I soliti giornali…

Rieccoci! Come in tutti i periodi di magra (ma anche in quelli di grassa) qualche cosiddetto “giornale” non si fa gli affari suoi e si inventa cose (o ricama su cose magari parzialmente esistenti).

Questa volta è il turno del Mirror, secondo cui la BBC vorrebbe far piazza pulita di tutto e far cominciare Chris Chibnall con un nuovo Dottore (più giovane), un nuova companion e sostanzialmente tutto nuovo.

Come al solito queste fonti sono totalmente anonime (manco si trattasse del Watergate) e sostengono che la BBC voglia un attore più giovane per vendere più merchandising, “come ai tempi di David Tennant” (Matt Smith non faceva vendere merchandising?)

Cosa c’è di vero? Al solito, non si può sapere. A volte i giornali si inventano tutto, a volte travisano qualcosa… una volta su mille può capitare che dicano il vero, ma a furia di gridare “al lupo al lupo” è ovvio che la loro affidabilità è pari a zero. Inoltre annunciando ogni anno che “il Dottore cambierà” è ovvio che una volta su quattro o cinque ci azzeccano.

Al solito… tutto andrebbe bene se Chris Chibnall volesse partire da zero e se Peter Capaldi volesse mollare (tre stagioni sono la norma degli ultimi Dottori, ma non la norma generale e pareva di capire, sentendo lui e Moffat, che ci fosse la possibilità che si fermasse ancora almeno un anno). Non va bene niente se impongono cose simili dall’esterno, soprattutto per motivi di “merchandising”. Anche perché Capaldi è un grandissimo Dottore (e la nona stagione è stata spettacolare).

Moffat ha ribadito più volte, negli ultimi anni, che il cambio totale del 2010 con la quinta stagione (showrunner/Dottore/companion) non era un’abile mossa commerciale, ma una coincidenza decisamente non voluta. Hanno rischiato grosso… e hanno vinto alla grande, ma hanno rischiato grosso. Sembra quantomeno curioso che sia proprio la BBC a voler di nuovo correre un rischio del genere.

Per cui direi che sia prematuro badare a queste voci. D’altro canto abbiamo ancora due speciali di Natale e un’intera stagione con Moffat e Capaldi saldi ai loro posti. E ancora dobbiamo vedere Bill…

Intanto godiamoci Class, che si sta rivelando meglio del previsto.

Flattr this!

Class, da domani su BBC Three

Domani inizia Class su BBC Three. E siccome è BBC Three questo significa che saranno disponibili i primi due episodi (in UK) dalle ore 10:00 (UK) sull’iPlayer.

Purtroppo vi dobbiamo annunciare che non faremo i sottotitoli… e non so nemmeno se riuscirò a fare i miei amati/odiati commenti, essendo il periodo un po’ infelice e pieno di impegni. Ma almeno questi ultimi proverò a farli… se la serie mi piacerà.

Flattr this!

La seconda stagione in Blu-ray

Con colpevolissimo ritardo, arrivo in fine a parlare di questo cofanetto Blu-ray italiano della seconda stagione di Doctor Who (Amazon.it), la prima con David Tennant. (Nel frattempo è già uscito anche quello della terza stagione!)

doctor-who-blu-ray-2L’aspetto e le dimensioni del cofanetto sono del tutto equiparabili a quelle della prima stagione, quindi nessun problema “espositivo” sullo scaffale.

Per quanto riguarda i contenuti, la qualità dell’immagine, come per la prima stagione, è decisamente migliore dei precedenti cofanetti DVD. Certo non si può aspirare ad avere un vero e proprio HD (perché fino agli speciali del 2009 Doctor Who non era girato in HD), ma è il meglio che si possa avere. Per cui, per questo motivo, questa è l’edizione “definitiva” da avere.

I dischi sono quattro; i primi tre dedicati interamente agli episodi (partendo dal primo speciale di Natale) e l’ultimo con il finale doppio di stagione e i contenuti extra (gli stessi extra contenuti nell’ultima edizione del cofanetto DVD).

L’extra principale, più lungo, più importante e interessante sono sicuramente i video diaries di David Tennant. Per un’ora e venticinque minuti (!) David ci accompagna sul set della sua prima stagione, partendo dai primissimi giorni e seguendo tutte le 42 settimane di riprese. Curiosamente uno di questi (almeno sulla mia copia) è privo di audio.

Ci sono anche i video diaries di Billie Piper, ma sono solo due per un totale di quattro minuti.

Gli altri extra includono gli outtakes, le scene tagliate (tra cui quella celebre sull’astronave da “The Christmas Invasion”) e la versione corta di tutti i Doctor Who Confidential della seconda stagione (e un dietro le quinte dello speciale di Natale).

Incluso tra gli extra c’è anche lo speciale “Children in Need” che sarebbe da vedere cronologicamente prima dello speciale di Natale.

Tutti gli extra hanno solo l’audio in inglese e i sottotitoli in italiano; gli episodi invece hanno il doppio audio e i sottotitoli in italiano.

L’unica cosa che mancherebbe sono i commenti audio agli episodi che si potevano trovare sulle vecchie edizioni DVD nel Regno Unito. Ma se non sbaglio nelle ultime edizioni (e nei Blu-ray) non ci sono più nemmeno là, purtroppo, quindi non credo sia una cosa di cui si possa incolpare questa edizione in particolare.

Anche in questo caso, quindi, acquisto consigliato!

doctor-who-blu-ray-2-aperto

Flattr this!

Listen

La maratona di Dottori indetta da RadioWho è arrivata al Dodicesimo Dottore, interpretato da Peter Capaldi.

In sua rappresentanza è stato scelto Listen, quarto episodio dell’ottava stagione del nuovo corso di Doctor Who, di cui si parlerà in trasmissione venerdì prossimo, 6 maggio.

Per l’occasione riportiamo alla vostra attenzione la recensione scritta dal nostro Laz per il sito ai tempi dell’uscita dell’episodio in Inghilterra, nel 2014.

Recensione di Listen

Con questo post si conclude la collaborazione tra il nostro sito e RadioWho per la maratona di Dottori, ormai giunta al termine.
L’iniziativa ci ha visto in prima linea nel supportare la web-radio: abbiamo realizzato i sottotitoli per i serial della serie classica prescelti dai conduttori, e abbiamo accompagnato e preparato la discussione sugli stessi serial tramite le nostre recensioni, scritte appositamente per questo progetto, che cercavano di fornire spunti ulteriori di critica e di commento durante la trasmissione.
Terminata la serie classica, abbiamo continuato a supportare la maratona riproponendo i sottotitoli realizzati quando vennero trasmessi per la prima volta gli episodi selezionati, e le recensioni che settimanalmente il patron Laz confezionava per il sito Serialmente prima e direttamente per Doctorwho.it poi.
Un membro del nostro staff – il sottoscritto – ha anche sostenuto un’intervista trasmessa durante una puntata del programma, con l’occasione per poter parlare del lavoro dietro alla realizzazione dei sub e nello specifico di quelli per questa maratona.
È stato un piacere collaborare con i ragazzi di RadioWho, che si sono rivelati persone entusiaste e capaci di mettere in piedi una realtà interessante e valida: quest’esperienza ci ha anche permesso di contribuire ad un ampliamento della conoscenza dei Dottori classici, troppo spesso sconosciuti ai fan della serie moderna.
Noi ci siamo divertiti molto, e se per voi è stato lo stesso siamo ancora più contenti.

Flattr this!

Sottotitoli di Listen

La maratona di Dottori indetta da RadioWho è arrivata al Dodicesimo Dottore, interpretato da Peter Capaldi.

In sua rappresentanza è stato scelto Listen, quarto episodio dell’ottava stagione del nuovo corso di Doctor Who, di cui si parlerà in trasmissione venerdì prossimo (ricordatevi di seguire anche la diretta di stasera, dove si commenterà invece The day of the Doctor).

Per l’occasione riportiamo alla vostra attenzione il link ai sottotitoli che abbiamo realizzato un paio d’anni fa, quando l’episodio venne trasmesso per la prima volta in Inghilterra.

Download “8x04 - Listen” Doctor.Who_.8x05.Listen.zip – Scaricato 2094 volte – 19 kB

Flattr this!