Moffat a Lucca

Lucca Comics and Games 2015

Un po’ tardi, ma ho pensato valesse la pena scrivere un piccolo report dallo scorso week-end a Lucca.

Premetto che non abbiamo saltato nessuna fila e non abbiamo avuto accesso a nessun incontro privato con il Moff, siamo piccoli e neri evidentemente! :-))

Ma questo non significa che non ci siamo divertiti. Stando tutti e quattro i giorni a Lucca (allo “stand” ItLUG) non è stato un grande sacrificio passare qualche ora in coda venerdì pomeriggio e sabato mattina e quindi è quello che abbiamo fatto.

Quindi, venerdì pomeriggio verso le 15 andiamo a vedere com’è la situazione fuori dal cinema Astra… e purtroppo c’erano già una decine di persone in coda. Armati di pazienza ci siamo quindi messi in coda anche noi (be’, io sono dovuto tornare un attimo alla base a prendere delle cose, il che significa che tra andata e ritorno ci ho messo un’ora e quando sono tornato la coda si era già allungata parecchio!) Non faceva particolarmente freddo ed eravamo tra i primi, quindi non eravamo preoccupati di non entrare. Entro le 18 la coda era giunta in Piazza Napoleone e credo che avessero iniziato a mandar via la gente perché non ci sarebbe più stata nel cinema Verso le 18 ci fanno entrare, riusciamo a sederci ovviamente nelle prime file e dopo una breve introduzione del Doctor Who Italian Club e un flash mob di cosplayer con “I’m Gonna Be (500 Miles)” arrivano Steven Moffat e Jamie Mathieson che introducono brevemente l’episodio. Dopodiché si siedono a metà della sala fingendo di guardare l’episodio con noi… ma naturalmente dopo pochi minuti se la svignano, come succede sempre in questi casi. Insieme a Moffat c’era anche la moglie Sue Vertue. La proiezione di “The Magician’s Apprentice” comunque va benissimo, la traduzione è davvero buona… si vede che è tradotto da qualcuno che ne sa come Gabriella Cordone Lisiero (che finalmente dopo 23 anni conosco di persona) e il giudizio della giornata è quindi ottimo.

Mattina del sabato, vado avanti io in coda, e anche qui, arrivando verso le 8:40 (l’incontro è alle 11), trovo solo una decina di persone davanti a me in coda. Tutto tranquillo anche questa volta (a un certo punto è comparsa Sue Vertue che s’è fatta un giro a guardarsi la coda) e verso le 11 entriamo. Ancora nelle prime file (le foto sono quello che sono perché il cellulare zooma da schifo). L’incontro, moderato da Gabriella, è davvero interessante. Il pubblico andrebbe avanti ore a fare domande… peccato per il tempo perso a tradurre (ottima l’interprete Chiara Codecà, tra l’altro), ma non credo potessero esserci alternative. Moffat davvero in forma (sarà stato il caffè) ed è stato bello scoprire poi che ha davvero inviato il filmato in cui diciamo “CAPALDI” correttamente a Peter Capaldi. La BBC ha invece pensato di farlo sapere al mondo mettendolo sulla loro pagina Facebook.

Ecco un report dell’incontro e anche tutto l’incontro stesso in video:

Quindi anche sabato giudizio veramente ottimo! Insomma, complimenti a Rai4, a Gabriella e a tutti quelli coinvolti perché è andato tutto davvero benissimo.

Sul suo blog Gabriella ha scritto il suo report del week-end (nei commenti anche in italiano).

L’unica cosa che ci siamo persi in quanto non aperta al pubblico è stato l’incontro con la stampa di venerdì. Possiamo comunque leggerne un resoconto su BadTV.

Flattr this!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.