Archivi tag: comic-con

Doctor Who alla Comic-Con 2013

Ieri è finita la Comic-Con di San Diego e come ormai tutti gli anni appuntamento fisso nella Hall H (la sala più grande) della domenica è il panel di Doctor Who.

Presenti Matt Smith, Jenna Coleman, Steven Moffat, Mark Gatiss, David Bradley e Marcus Wilson.

Sono stati mostrati i trailer di “An Adventure in Time and Space” e dello Speciale del cinquantenario, ma Steven Moffat ha minacciato di morte o quasi chiunque li metta online, quindi (giustamente) non ci sono. La BBC dovrebbe metterli online a breve (anche se ieri sera sembrava che li avrebbero messi online subito, qualche problema di comunicazione). Se volete spoilerarvi io9 ha una descrizione completa.

Tutto il panel (tranne ovviamente i filmati) è disponibile su YouTube e la visione è altamente consigliata!

Bellissimo e assolutamente imperdibile è anche questo incontro di Matt, Jenna e Steven al Nerd HQ (presentati da Nathan Fillion!)

Poi c’è questo altro panel “misto” a cui ha partecipato anche Matt:

Una bella intervista a Matt:

Oh, nel cinquantenario ci saranno questi:
Dalek 50

Flattr this!

Report dalla San Diego Comic-Con 2011

È infine giunta l’ora di raccontarvi un po’ della Comic-Con! Nulla di fondamentale in realtà, anche perché se ci fosse stato qualcosa di fondamentale tutti i siti l’avrebbero già scritto mille volte tre settimane fa.

Maxischermo BBC AmericaAllora da dove cominciare… partiamo dall’Exhibit Hall, cioè dall’enorme piano con tutti i banchetti di venditori, editori, negozi e canali televisivi. C’era una specie di caccia al tesoro basata su QR codes legati ai personaggi sparsa per tutta la fiera, ma non abbiamo avuto voglia di metterci a partecipare. Abbiamo comunque poi sentito gente che si scervellava per cercare di capire gli indizi quindi probabilmente era una cosa divertente. I codici si trovavano ai vari stand che avevano qualcosa a che fare con Doctor Who come BBC America, IDW… QMx. Allo stand di BBC America c’era molto materiale sulla serie (e un megaschermo) ma era lo stand QMx il pezzo forte per i fan di Doctor Who, con un TARDIS a grandezza naturale e le loro repliche dei cacciaviti sonici (e il poster da “The Impossible Astronaut”). Nient’altro da dire sull’Exhibit Hall, se non che la percentuale di gente con magliette di Doctor Who o addirittura vestiti da Dottore (mai visti tanti fez in vita mia… fezzes are cool) era davvero alta. E parliamo di una convention relativa a TUTTO, di 150.000 persone!

Il primo giorno, giovedì, c’era un panel generalista a cui avrebbe partecipato Matt, ma non avevamo voglia di metterci in fila già subito dal primo giorno e quindi abbiamo saltato. Ho intravisto Matt su un maxischermo passando davanti la porta aperta della stanza, comunque… 😛
Siamo però riusciti a infiltrarci in un panel dedicato a un paio di film a noi sconosciuti nell’enorme Hall H (dove al mattino c’era stato il panel di… Twilight, fatto subito in modo da levarsi subito il dente. Or del pomeriggio però la sala era “quasi vuota” e non c’era fila, così abbiamo potuto vedere… Carey Mulligan! La nostra amata Sally Sparrow (c’erano anche Ron “Hellboy” Perlman e Guillermo del Toro, comunque, era un panel interessante – YouTube).

Il primo vero appuntamento con qualcosa “whoviano” era il panel del venerdì mattina di Torchwood (ci sarebbe stata anche la proiezione della terza puntata la sera prima, ma non avendo ancora visto la seconda abbiamo dovuto saltare). Il panel iniziava alle 10, e quindi verso le sette noi eravamo in fila… e naturalmente era già lunghissima (le file sono per la stanza, non per il singolo panel, nel senso che la fila è unica per tutti.) Siamo riusciti a metterci più o meno a metà sala, comunque. Al panel hanno partecipato John Barrowman, Eve Myles, Mekhi Phifer (Rex), Alexa Havins (Esther), Bill Pullman (Oswald Danes) e Jane Espenson. Avrete tutti visto il panel, ormai (YouTube)… possiamo aggiungere che Mekhi e Alexa sono molto più simpatici dei personaggi che interpretano.

Il prossimo appuntamento era fuori dalla convention… il Nerdist podcast del sabato sera, con Matt e Karen alle 20:30! Verso le 17 prendiamo quindi la navetta dal centro congressi all’albergo… e a un semaforo Morry nota uno dei soliti SUV con i vetri oscurati fuori dall’hotel Hyatt dall’altra parte della strada. La cosa curiosa di questo SUV era che il vetro oscurato del passeggero dietro era… abbassato. Morry dice “Sarà Matt, chi altro andrebbe in giro con il finestrino abbassato?”. Fa qualche foto con lo zoom della sua super macchina fotografica e… era Matt. Con di fianco Karen. Questo, signori, è quello che si chiama culo.

Coda per il podcastRaggiungiamo quindi la coda fuori da questo locale in centro San Diego (dove appunto la gente parlava degli indizi dei QR codes) (potete vedere il punto esatto in cui ci siamo messi in coda all’inizio di questo filmato di BBC America… dove la telecamera arriva a filmare la coda… ecco noi probabilmente siamo arrivati un minuto dopo perché ci siamo messi proprio lì). In coda continuavamo a sentire gente urlare… e poi abbiamo capito che dietro l’angolo c’era la premiere mondiale di “Cowboys and Aliens” (e quindi Harrison Ford e compagnia). Una volta entrati… scopriamo che è proprio un normale locale, con un piccolo palco e un po’ di sedie davanti. Ci sediamo e attendiamo. Per circa un’ora (!) la serata è dominata dal presentatore Chris Hardwick (un folle) e dal grande Wil Wheaton che come tutti sappiamo è un grande fan di Doctor Who. Questa prima ora è particolarmente riservata chi ha superato i 90 anni di età perché vengono dette cose irripetibili. Cose irripetibili che potete ascoltare anche voi visto che l’audio del podcast è scaribile. Assicuratevi solo di non sentirlo con minori di 90 anni che capiscono l’inglese. Comunque dopo circa un’oretta arrivano Matt e Karen, il livello di parolacce e sconcezze scende lievemente (probabilmente solo perché è comparsa una donna sul palco), ma il tutto rimane comunque divertentissimo. Quando ormai sembrava finito tutto, Chris si mette a cantare assurdità in spagnolo (!) e mentre lui ci distrae… BBC America ha organizzato una distribuzione gratuita di burrito, serviti nientemeno che da Matt e Karen! Così, riusciamo a farci servire un burrito a testa (io da Karen – e le tocco la mano 😀 – e Morry da Matt) essendo fortunatamente seduti proprio davanti all’improvvisato banchetto dei burrito… non tutti i presenti riusciranno ad averli dalle loro mani! Mangiando quindi l’orribile burrito (non mi piacciono i burrito), torniamo felici in albergo a piedi, visto che non c’è niente di meglio di un bel giretto in piena notte nelle strade malfamate di San Diego.

(Sabato pomeriggio c’era anche un altro panel generalista con John Barrowman, ma… noi eravamo da Joss Whedon. Ho detto abbastanza.)

Domenica! Ultimo giorno di con e giorno del panel di Doctor Who… questa volta nell’enorme Hall H da 6500 posti, quella “dei film”. Oggi però sarà dedicata rispettivamente a Glee, Supernatural e, appunto, Doctor Who. La sala apre alle 10 e noi come al solito prima delle sette siamo lì, nella chilometrica coda. Posso dire però che a occhio le persone che spiccavano erano ancora una volta i fan di Doctor Who, tra magliette e costumi (forse anche perché non c’è molto di cui vestirsi per Glee e Supernatural). Riusciamo infine a entrare e sediamo più o meno a metà sala. Ci sorbiamo l’imbarazzante panel di Glee (con attori secondari e autori che sparano quelle che sono chiaramente balle) dopo il quale non esce praticamente nessuno (e quindi c’era poca gente presente apposta per Glee). Tocca a Supernatural (telefilm che ho smesso di guardare dopo una decina di episodi della prima stagione… perché tutti uguali, ma mi dicono essere cambiato tutto dalla seconda stagione ed essere diventato bello, e non ho motivi per non crederci). A (mia) sorpresa tra gli ospiti c’è il nostro Mark Sheppard! O Canton Delaware III, se preferite. Non che non l’abbia già visto un milione di volte di persona, ma fa sempre piacere rivederlo. (C’era anche Ben Edlund, autore del geniale fumetto “The Tick” e del geniale episodio di Firefly “Jaynestown”. E ideatore di “Bad Horse”, il cattivo di Dr. Horrible!). E finalmente (dopo un piccolo ricambio di spettatori – qualcuno esce dopo Supernatural, ma non moltissimi… riusciamo comunque ad approfittarne per andare più avanti) tocca a Doctor Who. Oltre a Matt e a Karen sono presenti Toby Whithouse (autore di “Vampires of Venice” e “School Reunion”, oltre che del prossimo “The God Complex”) al posto di Steven Moffat (che ha dovuto cancellare per motivi di tempo… sigh) e i due produttori Piers Wenger e Beth Willis. Che pur non parlando della loro ormai “dipartita” dalla serie per tutto il panel, alla fine si prendono un applauso di ringraziamento spronato da Matt per tutto quello che hanno fatto in questi due anni. Anche qui, ormai il panel l’avrete visto tutti (YouTube) inutile parlarne… fra l’altro non hanno detto nulla di particolare. Abbiamo visto il trailer in anteprima e lo spezzone da “The God Complex” (che sembra molto bello).

[E nel caso vi interessasse, anche se la qualità non è poi così buona, ecco i video di più della metà del panel ndMorry]

E la Con finisce qui! A parte un largo assembramento di persone in costume da Dottore notato più tardi nel Sails Pavillion – e abbiamo scoperto poi che Matt e Karen erano lì intorno perché abbiamo visto foto con loro e questi tizi! – non mi pare rimanga molto da aggiungere!

Se ne avrete l’occasione… un’esperienza che consigliamo sicuramente a tutti!

Per le foto invece: GALLERY NERDIST PODCAST LIVE e GALLERY DOCTOR WHO PANEL

Piccolo commento da parte mia [ndMorry]:
Non voglio aggiungere commenti in mezzo all’articolo per non spezzare troppo, quindi penso che farò solo qualche commento qui in basso.
Sono decisamente felice di aver fatto questa esperienza, ed ad essere sinceri la settimana scorsa parlavamo già di tornarci anche l’anno prossimo, è stato stancante, è stato intenso, è stato un susseguirsi di decisioni difficili sul cosa andare a vedere ma ne è valsa la pena, per TUTTO e non sono per il DWverse.
Detto questo, sono felice di aver finalmente visto sia Matt che Karen e il podcast è stata la cosa migliore di tutto questo, eravamo in pochi ad assistere in un locale piccolino e a pochi passi dal palco, Matt e Karen sono veramente spettacolari, gentili, divertenti e disponibili.
E poi ammettiamolo, pensavo di aver già vissuto l’assurdo dopo aver visto Zachary Levi fare panini ad un subway, per più di tre ore, a Birmingham, ma a quanto pare farsi consegnare un burrito direttamente dalle mani di Matt Smith e Karen Gillan si avvicina decisamente a quell’esperienza ve l’assicuro!

Flattr this!

Nerdist podcast San Diego 2011

Karen Gillan distribuisce burritos

Questa sera a San Diego si è tenuto il Nerdist podcast live con ospiti speciali Matt Smith e Karen Gillian (più Wil Wheaton, grande fan della serie e di Karen).

Il 99% delle cose dette, soprattutto prima dell’arrivo di Matt e Karen è irripetibile per minori di 99 anni. Per il resto vi diremo solo che all’uscita Matt e Karen ci hanno servito… un burrito a testa!

PS: Ho quindi toccato Karen Gillian!

Flattr this!

SDCC 2011 – Torchwood panel

Torchwood panel - Comic Con 2011Piccolo aggiornamento da San Diego.

Il panel di Torchwood è appena finito. In breve:
– John parteciperebbe volentieri a Doctor Who per i 50 anni.
– Starz non ha ancora fatto sapere se rinnoveranno Torchwood, ma in caso tutti loro sarebbero a bordo.
– Sono tutti dei passi furiosi.
– Una volta John si è nascosto nella doccia di Eve per spaventarla.
– Qualche vago spoiler che non riveliamo!

Presto molte altre foto in qualità decisamente migliore!

Se trovate il panel su YouTube non perdetevelo!

Flattr this!

SDCC 2011 – Torchwood panel

Piccolo aggiornamento da San Diego.

Il panel di Torchwood è appena finito. In breve:

– John parteciperebbe volentieri a Doctor Who per i 50 anni.
– Starz non ha ancora fatto sapere se rinnoveranno Torchwood, ma in caso tutti loro sarebbero a bordo.
– Sono tutti dei passi furiosi.
– Una volta John si è nascosto nella doccia di Eve per spaventarla.
– Qualche vago spoiler che non riveliamo!

Presto molte altre foto in qualità decisamente migliore!

Se trovate il Panella su YouTube non perdetevelo!

Flattr this!