La notte degli umani

La notte degli umani

La notte degli umaniFinalmente i libri di Doctor Who arrivano anche in Italia! Li aspettavamo da anni e finalmente qualche mese fa la Asengard ha annunciato il primo, questo “La notte degli umani” di David Llewellyn che è finalmente uscito un paio di settimane fa.

Il libro fa parte del primo gruppo di tre libri usciti nel 2010 dedicati all’Undicesimo Dottore e ai suoi companion. In questo caso alla sola Amy essendo il libro ambientato tra “Victory of the Daleks” e “The Time of Angels”.

Senza entrare in dettaglio sulla trama, perché probabilmente molti staranno leggendo qui per decidere o meno se acquistare il volume, posso dire che sono pienamente soddisfatto dalla lettura. Non è il libro più bello di Doctor Who che io abbia letto in vita mia (e ne ho letti diversi), ma è sicuramente tra i migliori.

Innanzitutto non soffre di uno dei maggiori problemi di molti altri libri della serie: una partenza totalmente scollegata dal Dottore e dai companion che appaiono solo più avanti. Nella maggior parte dei casi questo rallenta la lettura e rende difficoltoso entrare nella storia. Qui, a parte un paio di pagine di “report”, si parte subito con Dottore ed Amy.

E i due sono caratterizzati ottimamente. Amy è ancora alle prime armi e si comporta realmente come si comportava nei primi episodi. E questo è davvero incredibile considerando che probabilmente l’autore non aveva nemmeno avuto modo di vedere nessun episodio della quinta stagione, vista la data di uscita originale del libro… per coincidenza (?) proprio tra i due episodi in cui è ambientato il romanzo.

Il Dottore è il Dottore, anche se non si può dire di capire che sia l’Undicesimo semplicemente da come è scritto… e credo che questa, a prescindere dagli ovvi problemi pratici di cui sopra, sia una cosa voluta.

Ottimi i comprimari, sia umani, sia alieni, ottimi e credibili i rapporti tra questi, molto ben spiegati tutti i colpi di scena all’apparenza assurdi (come l’apparizione del personaggio di Dirk Slipstream) e ogni parte del romanzo risulta ben bilanciata e ben scritta. Inoltre uno dei personaggi si chiama Django e già questo fa guadagnar punti al romanzo.

Per quanto riguarda l’edizione italiana… davvero ottima, promossa a pieni voti. La traduzione di Luca Tarenzi è sempre precisa, scorrevole e ben scritta. La carta è ottima, la rilegatura anche e la copertina, per quanto morbida, molto solida. Non ha la copertina rigida come gli originali, ma non c’è davvero nulla di cui lamentarsi.

Speriamo davvero venda abbastanza per poter avere una linea editoriale stabile di Doctor Who in Italia. Per cui… compratelo e spargete la voce!

Il mio suggerimento e la mia speranza è che continuino e arrivino anche a proporre volumi più vecchi (perché “The Stone Rose” con il Decimo Dottore e Rose è davvero un delitto che non sia disponibile in italiano!)

Su Amazon.it lo trovate scontato del 15%.

Comprate e leggete!

Flattr this!

17 commenti su “La notte degli umani”

  1. A me è arrivato ieri da Amazon. 🙂 Un week end con il Dottore, evvai. Lo so che ci sono decine di libri sul Dottore ma magari potreste aggiornare la sezione Libri, con quelli che reputate migliori.

  2. Lo sto leggendo, sono arrivato al capitolo 9, è molto avvincente che lo leggerei tutto d’un fiato, però me lo sto centellinando, ma mi sa che domani, complice la domenica, lo finirò…

  3. Comprato e letto.

    Ottimo libro del Doctor Who che narra un’avventura inedita del’11° dottore con Amy Pond (ambientato nelle prime puntate della 5° stagione).
    Bella trama, narrazione attanagliante, Doctor Who ed Amy caratterizzati molto bene.
    Viene il rammarico di non vederne una trasposizione TV dato che sarebbe stata veramente un episodio bello e spettacolare.

    Detto questo, ho trovato la lista dei libri usciti per l’11° dottore e con mio stupore mi sono accorto che questo non è il primo… ma bensì il secondo libro e che il prossimo annunciato, non sarà il “terzo” della serie, ma l’undicesimo !!!
    Mi domando allora perchè non pubblicare dal primo libro e su su tutti gli altri, ma fare una scelta non so di che genere, visto che questo libro ha un rating di 7,2 mentre il primo (non pubblicato) ha un rating di 7,8 (fonte: The Tardis Library).

    Comunque, concludo, dicendo che il libro è molto bello e lo consiglio a tutti gli appassionati della serie TV.
    Compratelo… e speriamo che ne pubblichino altri (sempre meglio di niente).

  4. Sono nuova nel campo letterario del Doctor Who, e mi chiedevo se chi di voi ha letto dei libri me ne sa consigliare. Ne ho trovati diversi in un sito ma non ho la minima idea quali valga la pena di prendere/leggere. Vorrei, nello specifico, libri riferiti agli angeli e, del dottore passato, alla relazione Rose-Dottore (se possibile dove se ne parli in modo specifico e completo, non robetta accennata come nella serie tv).
    Grazie dell’aiuto che mi vorrete dare =)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.