Archivi tag: the impossible astronaut

Questa sera, 21:10, Rai 4, Doctor Who

Amy, Rory e River.Finalmente ci siamo! La sesta stagione di Doctor Who sta per debuttare in Italia… e preparatevi, perché gli episodi di questa sera sono magnifici a dir poco!

Appuntamento doppio quindi con “The Impossible Astronaut” e “Day of the Moon” (presentati con il titolo “L’astronauta impossibile”).

Rai 4 ha perfino lanciato un minisito dedicato alla serie (o meglio, alla stagione)… è una sezione staccata del sito RAI con schede personaggi, schede episodi e materiale extra sulla serie. Davvero un’ottima cosa!

Quando avrete visto gli episodi tornate qui a leggere le recensioni che avevamo fatto al momento per Serialmente: “The Impossibile Astronaut” e “Day of the Moon“!

E se volete abbiamo anche diverse immagini relative agli episodi nella nostra gallery!

Questa sera, Rai 4, 21:10.

Flattr this!

Ascolti di The Impossible Astronaut

Sono stati finalmente diffusi i dati reali e “finali” di “The Impossible Astronaut”.

Come ampiamente prevedibile, con 8,86 milioni di telespettatori (e il 43,3% di share) gli ascolti sono saliti fino ad essere perfettamente in linea con i precedenti inizi di stagione senza nuovo Dottore (il che è anche particolarmente positivo, visto che la stagione è iniziata molto più avanti nella bella stagione del solito e molto più presto nel pomeriggio, entrambi fattori che hanno inciso molto sugli – inutili – overnights, ma appunto meno si risultati reali come questi che si basano sulle visioni reali incluse le registrazioni). Confrontateli pure con i dati che avevamo faticosamente raccolto in questo vecchio post!

Il numero, al solito, non comprende comunque le visioni sull’iPlayer della BBC (300.000 nei primi due giorni).

Secondo lo stesso principio, poco preoccupa il dato degli overnight (5,4 milioni) del secondo episodio (altra bella giornata primaverile in UK, sempre presto come orario e in più week-end lungo di festa in UK).

Flattr this!

6×01 – The Impossible Astronaut

Rory, il Dottore ed Amy in Utah.Come promesso, continuiamo anche per i nuovi episodi a scrivere i nostri commenti su Serialmente!

Correte quindi su Serialmente per trovare il nostro commento a “The Impossible Astronaut“. EDIT: Serialmente non c’è più, copiamo quindi qui il post.

“I wear a Stetson, now. Stetsons are cool.”

E finalmente è iniziata la sesta stagione, dopo mesi e mesi di attese, di teaser, di vaghi spoiler e di aspettative. Sì, aspettative… perché più passava il tempo più la sensazione che la (stupenda) quinta stagione fosse solo l’antipasto, qualcosa di “leggero” con cui introdurre il nuovo Dottore e i nuovi personaggi, in modo poi da utilizzarli veramente al pieno delle loro potenzialità solo in seguito.

E il seguito è ora! Rinunciamo in partenza a una qualsiasi pretesa di riassunto coerente… non viene mai bene con la roba molto timey-wimey. Basti dire che il Dottore passa 200 anni altrove (!), attira l’attenzione degli sposini Amy e Rory Pond su di sé facendo lo stupido nel corso della Storia (e nei film di Stanlio e Ollio) e poi convoca Amy, Rory, River e il padre di Badger un certo Canton Delaware III nello Utah, dove durante un picnic il Dottore viene ucciso (davvero) da un misterioso astronauta in tuta spaziale. Avendo però anche convocato il suo sé stesso del “presente” – giunto dopo la sua morte – i nostri eroi si ricongiungono con lui (non potendogli dire nulla) e vanno da Nixon nel 1969 per risolvere il mistero di una bambina che riesce a telefonare al Presidente degli Stati Uniti per chiedergli aiuto come se fosse una cosa normale. Trovata la bambina che indossa una tuta da astronauta in un magazzino della Florida, Amy le spara (non vedendo che è la bambina) pensando così di salvare la vita in futuro al Dottore. Questo non prima di aver rivelato al Dottore di essere incinta. Fine prima parte.

Chiaro no? In realtà… be’, sì, tutto quello che deve essere chiaro lo è (non nel mio scarno riassunto, nell’episodio)… e mi fanno abbastanza ridere quei giornalisti che non avendoci capito nulla si nascondono dietro al “eh, ma è troppo complesso per i bambini”. Ragazzi miei, per ogni giornalista adulto che non ha capito qualcosa ci saranno 100.000 bambini che hanno capito tutto perfettamente. Inoltre se lo paragoniamo a “The Big Bang” o a “Blink” ha praticamente la linearità della trama di un episodio di Heidi.

Avvengono mille cose allucinanti in questo episodio, dove fin troppo viene rispiegato… avevo letto che quest’anno si sarebbero lievementi staccati dal modello secondo il quale ogni singola volta si deve rispiegare sempre tutto quanto (tipo “chi è River Song” – si fa per dire), ma probabilmente questo non includeva il primo episodio. Dovrebbe comunque voler dire che questa sarà l’ultima volta per un po’ che avremo queste spiegazioni extra (per un motivo molto semplice… è giusto accogliere i nuovi spettatori, ma ormai chi in UK non sa chi sono il Dottore, Amy, Rory e River?)

Ma si parlava di cose allucinanti… su tutte, la morte del Dottore. Avevano annunciato che sarebbe morto qualcuno nei primi minuti della stagione, ma… il Dottore? Io pensavo a River, in qualche strano modo, ma il Dottore è per me davvero imprevisto. Anche perché… quando verrà risolta questa cosa? La prossima settimana? Al finale di mezza stagione? O al finale di stagione questo autunno? O l’anno prossimo? O fra cinque anni? Oppure… mai? Perché 200 anni sono tanti, potrebbero anche lasciare la cosa in sospeso indefinitamente, chissà!

Si sprecano poi le speculazioni su chi ci fosse nella tuta d’astronauta al lago… River? La bambina? La bambina che magari è River? Il Dottore stesso? E perché ucciderlo/si, ammettendo sia una cosa voluta? Per ingannare il Silenzio? Fingeva di esser morto come Sandokan? E come ritornerà dopo essere bruciato su una barca? Con l’anello del Master?

Terribile e bellissima la scena in cui viene ucciso… con l’inizio della rigenerazione e la brusca interruzione. E lo stesso vale per il funerale nel lago. Naturalmente aiuta molto l’ambientazione, ma anche la musica di Murray Gold e le interpretazioni di Karen Gillan e Arthur Darvill sono notevoli.

Ci sono poi tutti altri misteri. Uno è il solito… chi è River Song? E nella sua linea temporale, questo episodio quando accade? Prima o dopo “The Big Bang”? Perché il suo trattare Amy e soprattutto Rory come se li conoscesse farebbe pensare che l’episodio avvenga per lei dopo (perché l’ultima volta Rory non lo conosceva), ma andrebbe in contrasto con il suo (bellissimo) discorso a Rory e con la serie di apparizioni al contrario con cui l’abbiamo vista finora. Il Moff però ha rivelato su Twitter che River fingeva di non conoscere Rory in “The Big Bang”, suggerendo quindi che questo episodio per lei venga prima. E che quindi conosca già Amy e Rory perché li ha già conosciuti nel “nostro” futuro.

Naturalmente il discorso non vale per la sequenza del Dottore con 200 anni in più, infatti lì ci sono almeno un paio di eventi che entrambi hanno vissuto “linearmente”: l’Isola di Pasqua (svelata l’origine dei testoni… sono ritratti di Matt Smith!) e Jim il pesce.

L’altra grande questione nata nell’episodio è Amy che è incinta. Non credo ci siano dubbi su chi sia il padre, cosa che ho visto alcune persone mettere in dubbio (non può che essere Rory… e chi altri??), quanto su chi sia la figlia. E Rory lo saprà o il Dottore è la prima persona a cui Amy l’ha detto? E lei stessa, lo sapeva già a inizio episodio oppure l’ha appena scoperto? (Beve del vino, hanno fatto notare in 30 milioni di persone. Io non l’avrei mai notato.) Ma sarà davvero incinta o no? Perché anche River ha avuto un malore simile? E sarà quella una delle cose che il Silente (?) le ha detto di dire al Dottore? E quante domande ci sono in questo paragrafo? E in tutto il post?

Credo sia ora di rivelare anche qui la mia personalissima teoria che vado strombazzando da qualche mese… tanto non è spoiler, è solo la mia teoria. Secondo me River Song è figlia di Amy e Rory. E se la cosa non fosse troppo drammatica penserei anche che il “grand’uomo” che indicativamente River ucciderà nella puntata “A Good Man Goes to War” (anche qui, nessuno spoiler, mi sembra solo possibile, visto il titolo) sia lo stesso Rory. Ma uccidere il proprio padre mi pare un po’ troppo per un telefilm che vedono anche i bambini. E poi Rory è già morto troppe volte, non credo possa morire ancora… e tutti lo amiamo, il Moff non è Joss. Forse.
In ogni modo, qualcosa di intricato di questo genere deve succedere prima o poi, perché il classico “River Song è la moglie del Dottore” non sorprenderebbe più nessuno. Naturalmente la mia teoria non implica che River non sia anche la moglie del Dottore, anzi, lo sarà sicuramente! Forse non nasce e cresce fin da piccolissima nel TARDIS come pensavo inizialmente (perché a Rory dice che ha conosciuto il Dottore quando era una young girl e lui sapeva tutto di lei… descrizione che poco si addice a una neonata), ma comunque in qualche modo può essere.

Il Silenzio! O i Silenti (che mi fanno venire in mente un’armata di Dumbledore) o come si chiamano. Sono effettivamente spaventosi… e ancor più del loro (spaventoso) aspetto fisico è il concetto che è spaventoso. Al solito, è un’idea semplice che viene portata ai massimi livelli da Moffat: come facciamo a sapere che c’è qualcosa di brutto (tipo un mostro spaventoso) se il potere di questo qualcosa di brutto è quello di farti scordare la sua esistenza non appena giri lo sguardo? Terrificante poi il momento in cui il Silente dopo aver ucciso la sosia della Trelawney tipa al bagno sembra dire che l’ha fatto per “gioia” (un po’ come gli Angeli che torturavano Amy per divertimento)… mentre poi era solo il nome della tizia.

Il particolare potere dei Silenti potrebbe anche dare una spiegazione ad alcune strane scene della stagione precedente in cui i personaggi si comportano per pochi secondi in modo strano… ricordo di aver notato in tempi non sospetti uno strano sguardo del Dottore in “The Eleventh Hour” dopo che vede la crepa sul suo scanner alla fine dell’episodio… ma qualcuno ne ha trovate molte altre. Che siano davvero scene in cui c’erano i Silenti e… “ci siamo tutti dimenticati”?

Diamo un’occhiata infine all’evoluzione dei personaggi rispetto allo scorso anno.

Il Dottore è sempre lui, anche se la sua versione futura (?) ha un che di strano. Lo vediamo comunque troppo poco tempo per capire, di certo il fatto che sappia di andare incontro alla morte (?) lo fa comportare in modo strano. Sempre che sappia di andare incontro alla morte… quando dice che dopo il picnic andranno in un posto “diverso… nuovo di zecca” mi fa pensare che lo sapesse. Il Dottore del “presente” invece torna a mostrare il suo lato meno “giocoso” quando si sente l’unico a non capire cosa sta succedendo (in molti l’hanno paragonato al Primo Dottore, in questa scena!)

Amy è sicuramente molto più sicura di sé stessa rispetto alla scorsa stagione… o almeno lo è fino alla morte del Dottore. Poi comincia a uscire un po’ di testa e ho trovato lievemente strano che non capisse il (semplicissimo) giro temporale del Dottore. Invece…

…Rory capisce subito, mentre poco prima non capiva cosa stessero facendo i due viaggiatori del tempo con i loro diari (da quanto il Dottore ha un diario?). Ecco, volendo trovare un difetto in questo episodio è questa strana incoerenza di comportamenti in fase iniziale. Tenendo conto che Rory, pur avendo interpretato il ruolo di quello che non capiva nulla a favore dello spettatore anche in “The Big Bang” (dove le cose erano effettivamente più complicate), in realtà dovrebbe essere scientificamente preparato e capire tutto subito, come effettivamente fa dopo. Comunque ottimo sviluppo del suo personaggio, ormai di diritto companion ufficiale con tanto di nome nei titoli. Si nota anche una strana gelosia verso al Dottore che pensavo sarebbe scomparsa dopo il matrimonio (ma c’era ancora anche in “A Christmas Carol”).

River è sempre River e, seguendo anche noi il percorso del Dottore, più la si conosce più il suo personaggio diventa meraviglioso. Ora ha mostrato anche il suo lato più vulnerabile. Ho letto di gente che odia River da sempre e che ora sembra odiarla meno… personalmente non comprendo come si possa mai aver odiato River!

Un’altra cosa strana dell’episodio che mi stavo scordando (come chissà quante altre, ma meglio chiudere!) sono i due mesi iniziali in cui Rory ed Amy sono tornati a vivere una vita normale… non ai livelli di “Amy’s Choice”, ma comunque ben diversa dalla vita nel TARDIS. Come mai? Era un semplice “Me ne vado da solo a fare un giro, poi torno” in cui hanno subito capito che per lui “poi” può anche voler dire due anni, oppure c’è sotto altro?

Per la prima volta una stagione si apre con un episodio doppio invece che con un episodio “leggero” e introduttivo e la sensazione è quella di essere davanti a un finale di stagione subito a inizio stagione… e cosa ci può essere dopo un finale di stagione? Intanto speriamo che Amy abbia una pessima mira, anche se le facce che lei e il Dottore fanno dopo il suo sparo mi fanno quasi pensare che abbia casualmente centrato un Silente che passava di lì per caso.

Note sparse:

  • Canton Delaware III, cioè Mark Sheppard. Io amo Mark Sheppard… che, ricordiamolo ancora una volta, era Badger in Firefly (pessimismo e fastidio in questi giorni a vedere citate altre 200 serie in cui è stato tranne la più importante!). E anche suo padre che interpreta lo stesso personaggio da vecchio!
  • C’è il “TARDIS” farlocco di “The Lodger”. Una cosa così, che probabilmente sarebbe la cosa principale di un episodio normale, finisce relegata a notarella finale in un episodio come questo.
  • E a proposito di TARDIS… dov’è il TARDIS del Dottore “più vecchio”? Lui compare in macchina! Cosa c’è di più strano del Dottore che compare in macchina?
  • Il “blu TARDIS” apparentemente sarebbe #272d70. #sapevatelo.
  • Le bottigliette di Coca Cola si girano magicamente da sole istantaneamente in modo da non mostrare mai il logo.

“The Impossible Astronaut” è stato scritto da Steven Moffat.
(Grazie a Morry, che con me e altri cura Doctor-Who.it, per l’aiuto!)

Flattr this!

Indice di gradimento e River Song

River Song spara al fez.L’indice di gradimento di “The Impossible Astronaut” è pari a 88, valore molto alto (sopra 85 è considerato “eccellente”).

Sono anche disponibili i dati degli ascolti di BBC America: 1,3 milioni di persone che battono il record precedente (“The Eleventh Hour”, con 71.000 persone in meno). Un enorme successo per BBC America (non uno dei canali principali americani).

E su SPACE, il Canada, gli spettatori sono stati 538.000, anche qui più di tutti gli episodi precedenti e record assoluto del canale quest’anno.

C’è anche un’altra cosa da citare, riguardo “The Impossible Astronaut”, anche se riguarda più la trama che gli ascolti…

Un fan oggi su Twitter ha chiesto al Moff: “Perché River conosce Rory mentre non lo conosceva in The Big Bang? Quell’episodio non è nel suo futuro?”

Domanda che ci siamo posti un po’ tutti (be’, io me l’ero posta, concludendo che probabilmente questo era ambientato dopo, nonostante il discorso di River… oppure concludendo che non lo conoscesse ancora, ma non avrebbe avuto senso poi (prima) in “The Big Bang” quando gli dà del legionario romano.

Ma poi il Moff ha risposto: “Ma LO conosce, solo che finge di non farlo. Spoiler.”

Ah! Ovviamente questo apre la strada a mille teorie che finora venivano bloccate proprio da questo dettaglio… o quantomeno sicuramente la mia teoria si bloccava lì. Ma se River invece mentiva… ne riparliamo nella recensione dell’episodio! Intanto, speculate pure!

Flattr this!

Primi ascolti 6×01 e dietro le quinte

Gli ascolti overnight di “The Impossible Astronaut” sono buoni, ma ovviamente, vista l’ora e la bella giornata di ieri in UK (essendo ormai già fine aprile) non fenomenali. Comunque più alti della maggior parte della scorsa stagione: 6,5 milioni.

Come ormai dovreste saper bene (l’abbiamo ripetuto qualche miliardo di volte), questo primo numero è solo lo specchietto per i giornalisti ignoranti o in malafede. Vedremo se quest’anno hanno imparato o se continueranno a fare figure barbine come lo scorso. Che contano sono i numeri finali, naturalmente, questa è solo la base di partenza. Ricordiamo che secondo alcuni “giornali” la scorsa stagione è andata male, mentre, dati alla mano, è andata magnificamente.

Nello specifico ieri comunque Doctor Who è stato il secondo programma più visto della giornata e ha ottenuto un 37% di share.

Mezzo milione ha visto il Confidential e più di 700.000 persone il mini-speciale dedicato alla memoria di Elisabeth Sladen.

Il sito ufficiale ha anche pubblicato due brevi dietro le quinte.

Matt Smith fa lo stupido nell’ufficio ovale:

Mentre qui si vede come la scena più spoiler di tutto l’episodio passa dallo storyboard al girato:

Flattr this!