Archivi tag: murray gold

Colonna sonora della settima stagione di Doctor Who

Edizione limitata settima stagioneSiamo a settembre… e in quest’anno di attesa per il 50° del Dottore qual è l’evento principale del mese? La tanto attesa uscita del doppio CD con la colonna sonora della settima stagione di Doctor Who!

Il 9 settembre sarà disponibile per l’acquisto un po’ ovunque… e noi come ormai d’abitudine abbiamo avuto modo di poterla ascoltare con qualche settimana di anticipo grazie alla Silva Screen, la casa discografica che pubblica le colonne sonore di Doctor Who.

Come annunciato, la colonna sonora di Murray Gold diretta al solito dall’ottimo Ben Foster, è disponibile in due versioni: quella deluxe e quella “classica”. Entrambe a doppio CD. Su iTunes invece ci saranno anche due tracce bonus.

Ma passiamo ai contenuti veri e propri. Specifico subito che non c’è traccia (!) degli Speciali di Natale. Niente “Snowmen” e niente “Wardrobe”. Non ci sono notizie sul destino di questi episodi, ma si spera in un’ulteriore uscita (magari insieme ai prossimi due Speciali?)

Il primo CD parte ovviamente con “Asylum of the Daleks”, in cui abbiamo la possibilità di ascoltare per la prima volta il tema di Clara, nemmeno troppo mascherato in “Oswin Oswald”. Abbiamo poi subito un assaggio del nuovo tema dedicato a Amy e Rory… molto brevemente fin dalla prima traccia, “They Are Everywhere”, ma soprattutto in “Amy and Rory Together”.

Per “Dinosaurs on a Spaceship” ci viene introdotto il tema di “Brian” Williams a cui torneremo più avanti in “Brian’s Log”, da “The Power of Three”, mentre per “A Town Named Mercy” abbiamo una sequenza di tracce western che sembrano uscite direttamente dalla colonna sonora di Firefly.

Ma uno degli episodi più carichi musicalmente è “The Angels Take Manhattan”. Si apre con “New York New York”, la traccia che accompagna l’inizio dell’episodio. “Melody Malone” si merita una traccia a parte ma è naturalmente con “Together or Not at All – The Song of Amy and Rory” che si raggiunge uno degli apici del CD e della serie in generale. La musica che accompagna la scelta di Amy e Rory di buttarsi da Winter Quay che ha già dato origine a centinaia di musicvid su YouTube finalmente disponibile con la qualità audio che si merita, una dei temi più attesi di sempre. Riprende il già citato “Amy and Rory Together” per espanderlo fino alla ricomparsa in cimitero…

…ma come sappiamo la ricomparsa in cimitero porta a un momento ancora più drammatico! E infatti nella successiva “Goodbye Pond” raggiungiamo il massimo della drammaticità, in una traccia che parte dagli originali temi di Amy e Rory della quinta stagione portandoli al loro estremo.

Lasciati i Pond e ora di passare a Clara. Dal bellissimo episodio “The Bells of Saint John” si parte dall’introduttiva “Cumbria 1207” che vede il Dottore in ritiro “spirituale” per arrivare al tema vero e proprio di Clara (“Clara”, appunto), passando per “Spoonheads” e “Up the Shard”, che vedono due ennesime e bellissime nuova variante di “I Am The Doctor”. E non dimentichiamo la traccia che tutti avranno notato guardando l’episodio… “Bah Bah Biker”, con il coretto mentre il Dottore e Clara sfrecciano a bordo della moto per le strade di Londra.

Colonna sonora settima stagioneArriva poi, sul secondo CD, “The Rings of Akhaten”, episodio che ha abbastanza diviso il fandom, ma che musicalmente è sicuramente ineccepibile. Oltre a temi importanti come “The Leaf”, sono presenti le canzoni cantate dalla piccola Emilia Jones nell’episodio: “God of Akhaten” e “The Long Song”.

Dopo un’ottima serie di tracce di accompagnamento da “Cold War”, “Hide”, “The Crimson Horror” e “Nightmare in Silver” si arriva all’altro pezzo grosso della colonna sonora: “The Name of the Doctor”. La traccia “To Save the Doctor” segue l’inizio dell’episodio (quello che ci ha lasciati tutti con la mascella al suolo per diversi minuti) partendo da un maestoso riarrangiamento del tema di Gallifrey e accompagnando Clara nel suo viaggio tra i Dottori. “A Letter to Clara” invece ripropone nuovamente il tema di Clara mentre legge la lettera di Vastra. “A Secret He Will Take to His Grave” riprende, questa volta in maniera più tranquilla e tragica il tema di Gallifrey… è la scena in cui il Dottore scopre che dovrà andare a Trenzalore. Tutto si chiude con “Remember Me”, con Clara che si butta nel timestream del Dottore.

Ho citato solo una limitatissima manciata di tracce, su un totale di ben 76 sarebbe impossibile fare altrimenti… comprate i CD! Highlights a mio parere: “Together or Not at All”, “Goodybye Pond” e “The Name of the Doctor” che vanno ad affiancarsi agli immortali “Doomsday”, “This is Gallifrey, “A Dazzling End”, “The Sad Man With a Box”, “Forgiven” e tutte le altre. Al solito il CD vale ogni centesimo del suo (basso) costo e l’acquisto non è semplicemente consigliato, è obbligatorio per tutti.

Come succede spesso, la colonna sonora non è ancora disponibile su Amazon.it, ma potete ordinarla tranquillamente su Amazon.co.uk a poche sterline. La versione deluxe invece è disponibile (a esaurimento, sono solo 5000) su questo sito. In alternativa si possono acquistare direttamente dalla Silva Screen.

EDIT: Ora c’è anche su Amazon.it.

Flattr this!

Colonna sonora settima stagione

Colonna sonora settima stagioneFinalmente! La Silva Screen ha annunciato che questo autunno uscirà il doppio CD con la colonna sonora di Murray Gold della settima stagione! La programmazione divisa di questa stagione ha portato ad avere un’uscita molto ritardata rispetto alla sesta, ma ora abbiamo una data, per quanto generica.

Non solo, per festeggiare il cinquantenario la Silva Screen mette in vendita un’edizione limitata in doppio vinile (!) della colonna sonora delle prime due stagioni (a circa 25 sterline + 5 di spedizione) in sole 500 copie! Se avete ancora un giradischi non lasciatevela scappare.

E per chi ama anche le colonne sonore della serie classica è in uscita anche il CD dell’episodio del Settimo Dottore “Ghost Light“.

Flattr this!

Murray Gold: Song for Fifty

Murray GoldQuesto week-end ci saranno i Proms a Londra, e Murray Gold ha rivelato in un’intervista che durante i Proms debutterà una nuova canzone, un Buon Compleanno Dottore.

Abbiamo pensato che sarebbe stato appropiato scrivere qualcosa per commemomerare i compleanni; in pratica “Buon compleanno” a un bel telefilm. Credo che le ultime parola siano “Happy Birthday Doctor You” e sono sicuro che tutto il pubblico capirà male e dirà “Non si deve mai chiamare così!”. Ho scritto questa lunga canzone per parlare per conto di tutte le persone in quella sala [il Royal Albert Hall].

I Proms saranno al Royal Albert Hall sabato alle 19:30 e domenica alle 10:00 e saranno trasmessi alla radio.

Potete ascoltare l’intervista a Murray Gold nel player qui sotto.

Flattr this!

Doctor Who at the Proms 2013

Doctor Who at the PromsCon un po’ di ritardo siamo felici di comunicare a chi ancora non lo sapesse che anche quest’anno la musica di Murray Gold sarà presente ai Proms del Royal Albert Hall. BBC National Orchestra of Wales (con il London Philharmonic Choir) condotta da Ben Foster.

Essendo poi i Proms del cinquantenario, oltre alla musica di Murray Gold si andrà indietro nel tempo fino ai primi giorni della serie.

Come sempre mostri vari invaderanno il Royal Albert Hall e ci saranno ospiti della serie (ancora non si sa chi).

Ci saranno due spettacoli. Sabato 13 luglio alle 19:30 (biglietti da 14 sterline) e domenica 14 luglio al mattino alle 10:30 (biglietti da 12 sterline).

EDIT: Pare purtroppo che i biglietti siano già esauriti.

Doctor Who at the Proms

Entrambi i Proms verranno trasmessi live su BBC Radio 3 e verranno in seguito trasmessi su BBC One.

Doctor Who at the Proms

Flattr this!

Colonna sonora della sesta stagione di Doctor Who

Soundtrack Doctor Who Series 6Il esce la colonna sonora della sesta stagione Doctor Who, come sempre scritta da Murray Gold e condotta da Ben Foster.

Grazie alla Silva Screen, la casa discografica, ho già avuto modo di ascoltarla (ti amo, Silva Screen) e posso quindi parlarne un po’ fin da suubito, per cercare di spingervi tutti all’acquisto.

Innanzitutto il link di Amazon.co.uk dove poterla ordinare (su Amazon.it non è ancora disponibile) e il minisito della Silva Screen dedicato alla colonna sonora, con tanto di Tumblr dedicato. Su iTunes è possibile anche ascoltare l’anteprima di tutte le tracce (e naturalmente si può prenotare anche lì).

Anche quest’anno il CD è doppio, con le tracce divise per episodio. Attenzione! Spoiler pesanti per chi non dovesse aver visto la sesta stagione!

Si parte con “I Am the Doctor in Utah” che come si può ben immaginare è il tema del Dottore in versione “western”, che si sente mentre Amy e Rory arrivano in autobus nel deserto… sicuramente la prima traccia caratteristica della stagione.
Del primo episodio doppio sono da segnalare anche “1969” che continua l’atmosfera western dell’episodio (quasi alla “Mezzogiorno di fuoco”… è la musica che si sente quando River spara al Dottore) e “Help Is on Its Way”, che vira più verso la musica da telefilm americano anni 70. “Day of the Moon” (la traccia, non l’episodio) (be’, anche l’episodio) pure è molto bello e potrebbe essere uno di quei pezzi che cresce con il tempo.

Per “The Curse of the Black Spot” fin dalla prima traccia (“Deadly Siren”) la musica da pirati ovviamente regna sovrana. Con tanto di canto della “sirena”. Il tema piratesco raggiunge il culmine nella traccia chiamata come l’episodio che include anche l’ottimo finale alla “Pirati dei Caraibi” (che per fortuna non è di Hans Zimmer).

Poco da dire sulle due storie successive, buona musica di contorno per ora… torniamo invece ad avere toni epici alla fine di “A Good Man Goes to War”. Con “Tell Me Who You Are” (quando il Dottore capisce chi è River) e soprattutto con “Melody Pond”, traccia che in realtà nella serie si è già sentita nel primo episodio mentre la “salma” del Dottore brucia e alla fine del secondo mentre Melody rigenera: sicuramente il più bel tema della seconda stagione (e pure questo ha qualche sfumatura western).

Il secondo CD si apre con “Growing Up Fast”, da “Let’s Kill Hitler”. Grande stacco dal tono epico della traccia precedente, è la allegra (e bellissima) musichetta che accompagna i giovani Amy, Rory e Mels mentre crescono.
In “The British are coming” c’era qualcosa che riconoscevo, ma non capivo cosa. All’ennesimo riascolto mi sono reso conto che era “God Save the Queen”! Cosa abbastanza ovvia, visto il titolo della traccia…

Fonte di uno dei tempi più inquietanti della serie è “Night Terrors”, dove “Tick Tock Round the Clock” ci viene presentata in mille salse: nella traccia così intitolata, come allegra musichetta da giostra, e in “A Malevolent Estate” e “Night Terrors” in maniera più inquietante. Ottima l’ambivalenza allegra/inquietante.

Per “The Girl Who Waited” Murray Gold doveva essere particolarmente ispirato, perché ci regala tre pezzi strani, ma bellissimi… tutti con un’atmosfera anni 70, soprattutto “Apalapucia” e “Lost in the Wrong Stream”. Musica che potrebbe uscire da un episodio di Doctor Who del Quarto Dottore (o forse più dall’idea romantica che ce ne facciamo… allora le musiche non erano così belle). E in “36 Years” torna giustamente il tema di Amy della scorsa stagione (che aveva già fatto capolino nella “Almost People Suite”).

Per “The God Complex” troviamo la tipica musica da albergo (ha un nome?), già usata in maniera similare all’inizio di “Midnight”, quando Donna decide di rimanere in albergo invece di viaggiare con il Dottore. (Fa anche molto “Leasure Suite Harry” e, ancora una volta, anni 70.)

Per il ritorno di Craig torna anche il suo tema (in “Stormageddon, Dark Lord of All”) e ricompare ancora “Tick Tock”, con i bambini che cantano la filastrocca.

Siamo al finale, che si apre con “5:02PM”, la musica maestosa che accompagna la convergenza di tutto il tempo a Londra. Tema che ricorda molto gli episodi più mitologici della gestione RTD. Eccone un assaggio dal canale YouTube della Silva Screen:

Dopo una breve e commovente traccia dedicata al Brigadiere, arriviamo forse al pezzo più bello del doppio CD: “Forgiven”. Un pezzo da brividi che riesuma il bellissimo “A River of Tears”, lo mescola con “The Mad Man With a Box” e lo completa e aggiungendo una melodia completamente nuova. Meraviglioso, Murray Gold santo subito!
Segue “The Wedding of River Song” con il tema di River alla massima potenza e che si conclude con un accenno del tema di Amy.

Chiude il CD la bonus track da “Day of the Moon”, “The Majestic Tale (of a Madman in a Box)”, un “remix” maestoso (appunto) del tema del Dottore con diverse nuove parti. L’anno prossimo non avranno bisogno di usare la musica dei Two Steps from Hell per i trailer!

Per quanto riguarda le tracce non citate sono generalmente delle ottime tracce di accompagnamento, a volte “semplici” variazioni di temi che già ben conosciamo. Alla lunga però in qualcuna di queste potrebbe “nascondersi” qualcosa di ancor più bello che compare dopo numerosi riascolti (a me è successo lo scorso anno con “The Sad Man With a Box”… non l’avevo notata subito, ma ora è la mia preferita). E questa è una delle ragioni più importanti per cui è un’ottima cosa che si siano messi a produrre CD doppi per ogni stagione. Speriamo che prima o poi tornino indietro e lo facciano anche per le prime quattro!

Non posso quindi fare a meno di considerare obbligato ancora una volta l’acquisto di questo CD.

Quando esce quello di Natale?

Flattr this!