Archivi tag: cinquantenario

Doctor Who at the Proms 2013

Doctor Who at the PromsCon un po’ di ritardo siamo felici di comunicare a chi ancora non lo sapesse che anche quest’anno la musica di Murray Gold sarà presente ai Proms del Royal Albert Hall. BBC National Orchestra of Wales (con il London Philharmonic Choir) condotta da Ben Foster.

Essendo poi i Proms del cinquantenario, oltre alla musica di Murray Gold si andrà indietro nel tempo fino ai primi giorni della serie.

Come sempre mostri vari invaderanno il Royal Albert Hall e ci saranno ospiti della serie (ancora non si sa chi).

Ci saranno due spettacoli. Sabato 13 luglio alle 19:30 (biglietti da 14 sterline) e domenica 14 luglio al mattino alle 10:30 (biglietti da 12 sterline).

EDIT: Pare purtroppo che i biglietti siano già esauriti.

Doctor Who at the Proms

Entrambi i Proms verranno trasmessi live su BBC Radio 3 e verranno in seguito trasmessi su BBC One.

Doctor Who at the Proms

Flattr this!

Libri di Doctor Who per il cinquantenario

Riedizione del cinquantenarioLa notizia non è nuova, ma meglio tardi che mai!
La BBC ha ristampato 11 “classici” romanzi del Dottore in occasione del cinquantenario, con una nuova grafica e nuove introduzioni. Naturalmente c’è un romanzo per ogni Dottore.

Ecco la lista:

  • Primo Dottore: Ten Little Aliens, di Stephen Cole (2002). Amazon.it.
  • Secondo Dottore: Dreams of Empire, di Justin Richards (1998). Amazon.it.
  • Terzo Dottore: Last of the Gaderene, di Mark Gatiss (2000). Amazon.it.
  • Quarto Dottore: Festival of Death, di Jonathan Morris (2000). Amazon.it.
  • Quinto Dottore: Fear of the Dark, di Trevor Baxendale (2003). Amazon.it.
  • Sesto Dottore: Players, di Terrance Dicks (1999). Amazon.it.
  • Settimo Dottore: Remembrance of the Daleks, di Ben Aaronovitch (1990). Amazon.it.
  • Ottavo Dottore: Earthworld, di Jacqueline Rayner (2001). Amazon.it.
  • Nono Dottore: Only Human, di Gareth Roberts (2005). Amazon.it.
  • Decimo Dottore: Beautiful Chaos, di Gary Russell (2008). Amazon.it.
  • Undicesimo Dottore: The Silent Stars Go By, di Dan Abnett (2011). Amazon.it.

Non avendo letto la maggior parte dei libri non so se consigliarli o meno, però se li hanno scelti come rappresentativi dei Dottori non dovrebbero essere brutti. L’unico che ho letto è Only Human con il Nono Dottore scritto da Gareth Roberts (che ricorderete per aver scritto “The Shakespeare Code”, “The Unicorn and the Wasp”, “Planet of the Dead”, “The Lodger” e “Closing Time”. Ed è molto bello. Da sottolineare anche che il romanzo scelto del Terzo Dottore è di Mark Gatiss... e che Jacqueline Rayner (autrice del romanzo scelto per l’Ottavo Dottore) è anche l’autrice del più bel romanzo di Doctor Who che io abbia mai letto, The Stone Rose.

Li potete trovare in tutti i negozi online (o meno) che vendano libri in lingua inglese. Ogni titolo è linkato alla sua pagina Amazon.it (disponibile sia come ebook che come cartaceo, quest’ultimo nel marketplace). Se preferite, sono naturalmente tutti disponibili anche su Amazon.co.uk, su BookDepository.com e su BookDepository.co.uk.

Flattr this!

Riprese di Doctor Who a Londra

Giornata di riprese estremamente pubbliche oggi a Londra! La città s’è infatti svegliata con la troupe di Doctor Who in piena Trafalgar Square! E con il TARDIS che veniva sollevato da una gru con tanto di Clara all’interno e Dottore appeso sotto (in parte controfigure, in parte no). Matt e Jenna e naturalmente hanno firmato autografi a tutti. Trovate foto un po’ ovunque ma vi consigliamo quelle di Blogtor Who e Doctor Who TV.

La BBC ha distribuito questo video:

La BBC ha anche distribuito un filmato relativo alle riprese alla Torre di Londra, ieri. Curioso particolare, notate la sciarpa della ragazza che corre… una fan… del Dottore!

Flattr this!

Il ritorno di David Tennant e Billie Piper

David Tennant e Matt Smith
David Tennant e Matt Smith dopo il read-through dello speciale del cinquantenario.
Siamo stati molto combattuti se postare o meno questa notizia. Appena uscita la cosa abbiamo solo scritto su Facebook rimanendo nel vago.

Ma ora ci dobbiamo arrendere, se la BBC sbandiera ai quattro venti il ritorno di David e Billie per il cinquantenario vuol dire che Moffat vuole che lo sappiamo prima. O che è inevitabile che lo si sappia prima perché magari gireranno una scena molto pubblica… semplicemente che la BBC vuole farsi pubblicità. Fatto sta che saranno su tutti i giornali ben prima della trasmissione e quindi tanto vale.

Continueremo a mantenere una politica di non-spoiler su eventuali avvistamenti di attori meno ufficiali di questo.

Comunque! Dicevamo! David Tennant e Billie Piper saranno presenti nello speciale del cinquantenario! Non si sa altro… saranno il Dottore e la Rose dell’universo alternativo? Speriamo! Altrimenti sarebbe una specie di flashback… o, chissà, le via del Moff sono infinite.

La notizia è uscita sabato mattina dopo che la nuova Doctor Who Magazine è stata distribuita per sbaglio con qualche giorno di anticipo ad alcuni abbonati.

Nell’episodio ci sarà anche in grande John Hurt. Altra grande notizia, naturalmente offuscata dall’altra.

Flattr this!

Intervista a Steven Moffat alla Gallifrey One 2013

Steven Moffat

[spoiler sulla sesta stagione]
Steven Moffat ha rilasciato una lunga e interessante intervista nel corso della Gallifrey One di quest’anno. Il video potete trovarlo su YouTube (non è possibile includerlo in pagina, purtroppo), ma ecco alcuni punti interessanti saltati fuori:

– Dimentichiamoci tutte le sciocchezze sul fatto che ci sarà solo uno Speciale di un’ora a novembre;
– Mese prossimo, come previsto, iniziano le riprese di Sherlock;
– Girare in 3D è molto più complesso e ci vuole più tempo;
– Naturalmente ci sarà lo Speciale di Natale (perché mai non dovrebbe?);
– L’idea per il ritorno degli Ice Warriors è di Mark Gatiss (per il Moff erano i tipici cattivi pessimi del Doctor Who classico, prima di conoscere l’idea di Mark);
– Il ritorno di Strax sarà spiegato (e l’attore che lo interpreta, Dan Starkey, è un pazzo. Le canzoncine di Natale sono farina del suo sacco);
– La prossima stagione, a cui sta pensando ora, avrà una struttura ancora diversa;
– Chiede constantemente a Russell T. Davies di tornare a scrivere un episodio, ma Russell non vuole. Continuerà comunque a chiedere, perché lo considerà il miglior autore televisivo;
– Matt resterà il Dottore per sempre (certo, ci crediamo!);
– Il suo episodio (scritto da lui) che preferisce meno è – ovviamente – “The Beast Below”. Il suo preferito invece (considerando solo il suo giudizio e senza farsi influenzare dall’esterno altrimenti sarebbe “Blink”) è “The Big Bang”. E fa notare il gioco di parole “zozzo” del titolo, di cui solo lui era consapevole, perché subito dopo la fine dell’episodio Rory e Amy concepiscono River (significato numero 3).

Guardatevi tutta l’intervista comunque, è imperdibile!

Flattr this!