Archivi categoria: Settima stagione

Terry Pratchett per Doctor Who?

Terry Pratchett e Neil GaimanSir Terry Pratchett, probabilmente il massimo autore britannico vivente (e il più letto, dopo la Rowling) ha oggi scritto una serie di ambigui tweet… negando veementemente di aver avuto contatti di alcun tipo con Steven Moffat

Un incontro di menti con gentiluomini che non possiamo citare riguardo un progetto che non possiamo discutere. Comunque, una bella giornata, tutto sommato.

No! No! Assolutamente, al 100% non abbiamo incontrato @steven_moffat, oggi. Ma ora l’abbiamo negato…

Ripetiamo; NON abbiamo incontrato o parlato o parlato al telefono o su Skype o mandato lettere o email o piccioni viaggiatori a @steven_moffat.

Inoltre, le nostre persone non stanno parlando alle persone di @steven_moffat, okay?? Davvero.

È quindi nostro dovere informarvi tutti che non abbiamo incontrato nemmeno la Regina d’Inghilterra… ehm…

Per chiarezza; siamo quasi del tutto certi che @steven_moffat non riceve segnali di fumo. O codice Morse.

Oh, e non ha una lattina alla fine di un luuuuuungo spago. E non grida.

No! Nemmeno un semaforo…

Né telepatia…

NON ABBIAMO MAI incontrato @steven_moffat. Oh, tranne quando Rob l’ha incontrato sul set di “Silence in the Library”.

Nota bene: ovviamente Terry Pratchett la Regina d’Inghilterra l’ha incontrata eccome… anche molto di recente.

Quindi… mah, chissà! Naturalmente tutti ricordiamo il suo editoriale su SFX di un anno fa in cui attaccava la serie… ammettendo però di non riuscire a non sintonizzarsi ogni sabato e tessendo le lodi di episodi come “Blink” o “Human Nature”. Per cui… chissà! (Poi, ovviamente, potrebbe anche essere per Sherlock… o per un romanzo, come Micheal Moorcock.)

Terry Pratchett è famoso soprattutto per il suo ciclo di Discworld. Ed è anche il co-autore del primo romanzo di Neil Gaiman, Good Omens (“Buona apocalisse a tutti!”, il ridicolo titolo italiano) nel 1990. Forse Neil ha messo una buona parola? Speriamo!

Flattr this!

Moffat sulla programmazione della settima stagione

Steven Moffat.SFX ha chiesto direttamente allo stesso Steven Moffat se poteva dare qualche delucidazione sulla programmazione della prossima stagione.

Il Moff ha risposto molto chiaramente:

Okay, ecco qui… la miglior risposta che vi posso dare. Non lo so. Se lo sapessi, non ve lo direi. QUANDO lo saprò, quello che so cambierà, quindi non lo saprò davvero nemmeno allora. E poi cambierà ancora, quindi non lo saprò comunque. E se, segretamente, l’avessi saputo tutto il tempo, vi direi comunque che non lo so, perché tutto quello che ho detto di sapere potrebbe essere sbagliato, quindi in realtà non l’avrei mai nemmeno saputo prima.

Sicurezza quantica… non lo so ED è un segreto.

Sono contento di essere stato in grado di chiarirvi le cose.

Come previsto… dovranno ancora decidere, per quello non dicono niente. Magari vogliono vedere come va la seconda parte in autunno, prima… in quel caso ne dovremo aspettare tanto di tempo per sapere!

Anche la BBC nel frattempo ha confermato le notizie di ieri.

Flattr this!

Settima stagione: confermata!

Steven Moffat e Matt Smith.Ci sono stati momenti di “panico” oggi pomeriggio nel fandom… ma partiamo dalla fine, cioè dalla conferma che ci sarà una settima stagione, di 14 episodi (come sempre) con Matt Smith. A dirlo è stato Sam Hodges, Head of Communications della BBC1 su Twitter pochi minuti fa. Ed è stato ritwittato dalla Doctor Who Magazine e dallo stesso Steven Moffat, la cosa è quindi più che ufficiale.

Come mai questi annunci informali? Perché kasterborous oggi aveva scritto (non senza fonti all’apparenza attendibili) che la settima stagione sarebbe stata rimandata di un anno. Con degli speciali, come il 2009. La “notizia” sarebbe uscita su un giornale chiamato Private Eye, che a differenza dei soliti tabloid non è totalmente inaffidabile… anche se per fortuna questa volta si è dimostrato tale! Anche se effettivamente l’indicare come uno dei motivi la penalizzazione dovuta alla seconda parte della sesta stagione trasmessa troppo tardi per poter avere i DVD entro Natale… qualche sospetto sulla logica di questa notizia lo faceva nascere (i DVD della prima parte della stagione usciranno tra un mese… non vedo perché dovrebbero metterci di più questo autunno e anche ammettendo una partenza tarda a metà ottobre – speriamo prima – avrebbero tutto il tempo del mondo. Questo commento di Gareth Roberts mi fa pensare che questa rivista sia simile al nostro Report.

Naturalmente erano partite le varie pippe mentali congetture sul fatto che il produttore Piers Wenger abbia lasciato la BBC (per andare a fare cinema) e che Matt Smith abbia detto in un’intervista pochi giorni fa che sta cercando lavoro a Hollywood. Per fortuna, tutto è a posto e non era vero niente, la settima stagione, nel 2012, avrà una lunghezza normale.

E mentre scrivevo questo post Steven Moffat ha scritto: “14 episodi + Matt DECISAMENTE. Ho un piano e NON VI DIRÒ QUAL È. Ora zitti o River vi spara con la sua pistola spoiler #metteteviinfila”.


Aggiornamento: La BBC ha rilasciato una dichiarazione ufficiale in cui sostanzialmente conferma, ma non dà date precise, dicendo solo che almeno “una buona parte” di questi episodi andrà in onda nel 2012.
Probabilmente stanno ancora valutando se fare come quest’anno, come gli anni scorsi, tutto in autunno o magari dividere in due la stagione iniziando in autunno e concludendo la primavera successiva. Come uno show “normale” americano, in pratica. Vedremo!

Flattr this!