Archivi categoria: RTD

Russell T. Davies: The Writer’s Tale

Steven Moffat sull’ultima DWM scherzava dicendo che le e-mail di RTD sono così interessanti che andrebbero raccolte in un libro. Un grosso libro.

Ebbene…

Doctor Who: The Writer's Tale

Sì, sono mail di Russell T. Davies. E-mail tra lui e il giornalista Benjamin Cook, riguardanti il lavoro di RTD sulla quarta stagione di Doctor Who, che svelano come RTD ha pianificato la stagione e come ha lavorato con gli altri autori… da dove ha preso le idee, come sono stati scelti gli attori e come sono state prese le decisioni. Si parla ampiamente anche delle altre stagioni di DW e delle altre opere di RTD, come Queer As Folk e The Second Coming.

Con una prefazione di Philip Pullman (l’autore de La bussola d’oro) e una postfazione di un certo (!) David Tennant, il libro sarà ampiamente illustrato con foto inedite e persino schizzi di RTD stesso.

Doctor Who: The Writer’s Tale sarà in vendita dal 25 settembre 2008. 512 pagine, 24,6×18,9cm, 30 sterline.

Flattr this!

Cosa ci aspetta nei prossimi mesi

La stupenda quarta stagione è terminata… ma cosa ci aspetta ora?

Prima di tutto abbiamo il Doctor Who Prom. Una serata musicale speciale al Royal Albert Hall di Londra presentata da Freema Agyeman con musiche di Murray Gold e altra musica a tema “spaziale”. Durante l’evento sarà trasmessa una speciale scena scritta da Russell T. Davies, diretta da Euros Lyn, con protagonista David Tennant, ambientata nel TARDIS e con una misteriosa “guest star” che farà il suo ritorno. Il tutto avrà luogo domenica 27 luglio dalle 11 alle 13 e sarà trasmesso in diretta alla radio, su BBC Radio 3, e in differita su BBC One.

Poi, durante l’estate, non si sa ancora precisamente in che data, andrà in onda su BBC Radio 4 un intero e inedito episodio (solo audio!) di Torchwood, scritto da Joseph Lidster, intitolato “Lost Souls” e con Jack, Gwen, Ianto e Martha. L’episodio sarà ambientato al CERN, tra “Exit Wounds” e “The Stolen Earth”.

Poi sarà il turno di Sarah Jane Smith, questo autunno, con una seconda stagione di 12 episodi di mezzora (per un totale di 6 storie complete).

E infine, naturalmente, torna il Dottore il giorno di Natale. E poi altri quattro (non tre, attenzione, quattro) speciali nel corso del 2009. Sempre a cura di RTD, che ha confermato invece oggi in un’intervista che NON tornerà a scrivere nemmeno un episodio singolo sotto il regno di Steven Moffat, sente di aver fatto il suo tempo e che è giusto così.

Nel 2009 ci sarà anche la terza stagione di Torchwood… cinque episodi che compongono un’unica storia e che andranno in onda nell’arco di un’unica settimana su BBC One. Si vocifera che al team di Jack possano unirsi Martha e Mickey, per quanto Noel Clarke ha dichiarato qualche giorno fa sul suo sito ufficiale che la sua apparizione in “Journey’s End” sarebbe stata la sua ultima sul TARDIS (ma magari stava facendo il precisino intendendo che non sarebbe più comparso in Doctor Who… il che non escluderebbe Torchwood).

E infine, nel 2010, quinta stagione di Doctor Who by Steven Moffat!

Flattr this!

Russell T. Davies OBE

Pochi giorni fa Russell T. Davies è stato nominato Ufficiale dell’Eccellentissimo Ordine dell’Impero Britannico (OBE).

È un’onoreficenza che viene assegnata a chi ha dato prestigio al Regno unito in ambito artistico, culturale, sportivo, economico, scientifico o educativo. In questo caso la motivazione ufficiale è “per i suoi servizi al drama“.

RTD ha affermato “Sono felice di accettare e spero aiuti il settore facendo riconoscere di più il ruolo di chi scrive per la tv”.

RTD è il secondo produttore di Doctor Who a ricevere l’onoreficenza, nel 2002 era toccato a Verity Lambert.

Flattr this!

Steven Moffat succederà a Russell T. Davis!

Notizia dell’ultimo secondo! Steven Moffat prenderà il posto di Russell T. Davis come showrunner di Doctor Who a partire dalla quinta stagione!

La voce girava già da un paio di giorni (oltre a essere una cosa di cui i fan parlano da anni) e la BBC ha appena confermato!

La prima dichiarazione di Steven Moffat è stata: “La mia intera carriera è stata un Piano Segreto per avere questo lavoro. Avevo già fatto domanda, ma ero stato scartato perché la BBC voleva qualcun altro. Avevo anche sette anni allora.
Comunque sono contento che la BBC abbia finalmente visto la luce, ed è un grande onore seguire Russell nel migliore – e più duro – lavoro che ci sia in TV. Dico che è il più duro perché ho Russell alla finestra ora che mi indica e ride.”

Flattr this!

RTD su Rose in “Partners in Crime”

Come dicevamo, Russell T. Davis sul nuovo numero della Doctor Who Magazine ha spiegato le ragioni per la scena a sorpresa con Rose nella 4×01 “Partners in Crime”. L’amabile RTD ci racconta che mentre scriveva l’episodio a settembre gli era venuta la folle idea di fare qualcosa che sorprendesse completamente gli spettatori e farla in modo che non fossero possibili spoiler di nessun tipo. Così consegnò la sceneggiatura con alcune istruzioni: in tutte le copie della sceneggiatura che sarebbero circolate, la scena sarebbe stata eliminata. E una volta girata sarebbe sparita da tutti i dischi di anteprima per la stampa.

E la cosa non è stata semplice! Innanzitutto Billie non era disponibile per girare fino a fine anno, per cui hanno dovuto “parcheggiare” la scena dell’episodio, già completo, fino a quando non hanno potuto girarla. Inoltre ha dovuto scrivere una scena dell’altro episodio (quello in cui tutti sapevano che Rose sarebbe tornata) che avesse la stessa ambientazione della scena di “Partners in Crime”, in modo da poter fare le cose insieme (ma non è la stessa scena, è solo simile).

A quel punto non si riferivano più a Rose con il suo nome nemmeno nelle email… la chiamavano “la ragazza del cestino”, per sicurezza. E ci hanno così preso gusto da continuare a chiamarla così anche per l’episodio 11… finché non si son resi conto dell’assurdità.

Infine hanno dovuto preparare anche una copia completa di “Partners in Crime” senza Rose, con tanto di titoli di coda diversi e di musica diversa! Nella versione breve la scena viene semplicemente saltata, Donna saluta la madre al telefono e si passa subito al TARDIS. Alla presentazione alla stampa nessuno si è accorto che c’era un lieve salto logico.
La sera della trasmissione RTD era a Manchester, David e Catherine stavano da Julie Garner a Londra e Phil Collinson stava a Miami… e tutti erano preoccupatissimi che non andasse per sbaglio la versione tagliata! Ma per fortuna, come ben sappiamo, è andata quella corretta!

Flattr this!