12×08 – The Haunting of Villa Diodati

“May I just say you’re quite lovely in a fight!”
“No, you may not.”

Un altro bell’episodio. Sia come storia in sé, sia perché in realtà siamo stati turlupinati, è chiaramente la prima parte del finale di stagione, almeno tanto quanto “Utopia” lo era della quarta!

Non sono un grande esperto di Mary Shelley, Lord Byron, Polidori e compagnia, ma parrebbero essere abbastanza realistici. Soprattutto quell’idiota di Lord Byron! Non mi ricordo, è la prima volta che qualcuno ci prova con questo Dottore? Lei comunque segue decisamente la sua stessa regola: non baciare Byron. Le contorte dinamiche di questi curiosi scrittori e poeti sono in realtà abbastanza interessanti e costituiscono un ottimo background per la storia che si va a sviluppare. Questa volta la scelta dei personaggi storici è ben integrata nella storia e non buttata lì un po’ a caso.

Il punto principale qui però è un po’ un classico: viene prima l’uovo o la gallina? Il Cyberman è qui chiaramente la fonte di ispirazione per Frankenstein e la presenza del Cyberman è la causa dell’anno senza estate. Quindi quello che accade in questo episodio si potrebbe dire che è sempre accaduto. Oppure sarebbe accaduto comunque, ma diversamente? Poteva davvero il Dottore scegliere di fare qualcosa di diverso, sia quando salva Shelley che quando non dà ascolto all’avvertimento di Jack?

“Save the cheerleader, save the world”. Pardon, il poeta e l’universo.

Questo Cyberman solitario è molto diverso da tutti quelli visti finora. Pur essendo ancora umano, non lo è davvero; Mary Shelley sembra trovare la sua “anima” e invece no – colpo di scena – era veramente un farabutto. Ammazza a destra e a manca senza problemi e risparmia il bambino solo per caso. Inoltre è “inevitable”, un chiaro fan di Thanos… e questo non è mai bello.

Ora il Cyberman solitario ha il Cyberium, che gli servirà per ripristinare la guerra. L’avviso di Jack non è servito a niente e nei prossimi episodi si correrà subito a vedere che succede. Tornerà Jack? Chi sarà il Timeless Child? Rivedremo l’altro Dottore (o in realtà è già per la prossima stagione?) Morirà qualcuno?

Una cosa è certa, attenzione agli spoiler dopo la trasmissione del prossimo episodio!

Per quanto riguarda la storia dell’infestazione della casa è bello che non si capisca cosa c’entrassero i fantasmi che vede il povero Graham. Saranno davvero fantasmi? Non si sa, non ha importanza.

  • Perché il Dottore capita lì proprio quando Shelley è stato “rapito” dal Cyberium?
  • A chi si riferisce Yaz?
  • Riferimento alla figlia di Lord Byron, incontrata in Spyfall!
  • Shelley deve scrivere molto velocemente per riempire quella stanza così in poche ore!

Flattr this!

Un commento su “12×08 – The Haunting of Villa Diodati”

  1. Solo io mi immagino il Cyberman che riporta il Cyberium al Cyber-leader il quale esclama “Ah! Excellent!”. :D, un po mi mancano i Cyberman fessi della serie classica.

    Piccola nota, i Kasaavins di spyfall a me sembravano proprio dei Cyberman, perché apparivano con il cappello tipo sombrero e per via di un certo episodio della BBV 🙂

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.