[Libro] The Good Doctor

Come avevo detto, volevo provare a vedere come poteva funzionare l’attuale Team TARDIS in un formato diverso da quello – per ora molto sfortunato – televisivo. Così, trovando da Forbidden Planet i tre libri usciti finora del Tredicesimo Dottore a un prezzo persino inferiore di quello di Amazon, ne ho comprato uno… quello che dalla breve descrizione mi ispirava di più, perché vagamente basato sui viaggi nel tempo (il mio tema preferito), The Good Doctor, di Juno Dawson.

Non voglio spoilerare perché lo scopo di questo post è portare la gente a comprarlo e a leggerlo. Casualmente noto ora che è proprio questo libro a essere stato annunciato per una prossima edizione italiana dalla Armenia.

Il libro è decisamente bello, m’è piaciuto… molto di più di qualsiasi episodio della stagione. Senza dire molto, posso anticipare che la storia è basata su quello che accade quando il Dottore fa qualcosa per aiutare qualcuno… e poi torna nello stesso posto qualche centinaio di anni dopo e scopre che le conseguenze delle sue azioni non sono esattamente quelle che ci si immaginerebbe.

Come in “Witchfinders”, anche qui il Dottore avrà da penare per il sesso con cui casualmente si ritrova a viaggiare ora (ed è esattamente questo il motivo per cui mi lamentavo che “Witchfinders” fosse arrivato così avanti nella stagione) e anche qui sarà il buon Graham a essere scambiato per il “capo” del gruppetto, per ovvi motivi.

Non so cosa abbia potuto vedere o leggere esattamente l’autrice prima di scrivere il romanzo, con i primi romanzi di un Dottore c’è sempre il rischio di non azzeccare interamente i personaggi per il poco materiale a disposizione degli autori, ma in questo caso mi sembra che tutti siano scritti benissimo. E tutti hanno il loro spazio, non solo il Dottore e Graham, ma anche Ryan e Yaz, ognuno con una storia molto precisa da portare avanti.

Quindi, lettura decisamente consigliata.

Potete acquistarlo in inglese su Amazon.it, o attendere la versione italiana.

Flattr this!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.