Peter Capaldi

I soliti giornali…

Rieccoci! Come in tutti i periodi di magra (ma anche in quelli di grassa) qualche cosiddetto “giornale” non si fa gli affari suoi e si inventa cose (o ricama su cose magari parzialmente esistenti).

Questa volta è il turno del Mirror, secondo cui la BBC vorrebbe far piazza pulita di tutto e far cominciare Chris Chibnall con un nuovo Dottore (più giovane), un nuova companion e sostanzialmente tutto nuovo.

Come al solito queste fonti sono totalmente anonime (manco si trattasse del Watergate) e sostengono che la BBC voglia un attore più giovane per vendere più merchandising, “come ai tempi di David Tennant” (Matt Smith non faceva vendere merchandising?)

Cosa c’è di vero? Al solito, non si può sapere. A volte i giornali si inventano tutto, a volte travisano qualcosa… una volta su mille può capitare che dicano il vero, ma a furia di gridare “al lupo al lupo” è ovvio che la loro affidabilità è pari a zero. Inoltre annunciando ogni anno che “il Dottore cambierà” è ovvio che una volta su quattro o cinque ci azzeccano.

Al solito… tutto andrebbe bene se Chris Chibnall volesse partire da zero e se Peter Capaldi volesse mollare (tre stagioni sono la norma degli ultimi Dottori, ma non la norma generale e pareva di capire, sentendo lui e Moffat, che ci fosse la possibilità che si fermasse ancora almeno un anno). Non va bene niente se impongono cose simili dall’esterno, soprattutto per motivi di “merchandising”. Anche perché Capaldi è un grandissimo Dottore (e la nona stagione è stata spettacolare).

Moffat ha ribadito più volte, negli ultimi anni, che il cambio totale del 2010 con la quinta stagione (showrunner/Dottore/companion) non era un’abile mossa commerciale, ma una coincidenza decisamente non voluta. Hanno rischiato grosso… e hanno vinto alla grande, ma hanno rischiato grosso. Sembra quantomeno curioso che sia proprio la BBC a voler di nuovo correre un rischio del genere.

Per cui direi che sia prematuro badare a queste voci. D’altro canto abbiamo ancora due speciali di Natale e un’intera stagione con Moffat e Capaldi saldi ai loro posti. E ancora dobbiamo vedere Bill…

Intanto godiamoci Class, che si sta rivelando meglio del previsto.

Flattr this!

2 pensieri su “I soliti giornali…”

Rispondi