Deep Breath

Doctor Who – 8×01 – Deep Breath

“Nothing is more important than my egomania!”
“Right, you actually said that.”

Rieccoci!

E, a sorpresa, direttamente su Doctor-Who.it questa volta, perché come saprete Serialmente ha smesso di proporre commenti e recensioni agli episodi. Potevo smettere anch’io (magari in futuro!), ma per ora proviamo a spostarci direttamente in “casa” e vediamo come va.

Dopo tanta attesa finalmente è arrivato il buon Peter Capaldi… il Dottore vecchio, omiodio le ragazzine non lo vorranno più vedere, sarà un fallimento, moriremo tutti e altre amenità.

Brevemente. Subito dopo la rigenerazione il Dottore e Clara arrivano nella Londra vittoriana di Vastra, Jenny e Strax, portandosi dietro per caso anche un dinosauro. Qui il Dottore ha la solita sindrome post-rigenerativa e si ricorda poco o niente, ma inizia comunque a indagare su una serie di casi di combustione spontanea (tra cui quella del povero dinosauro). Si scopre così che ci sono dei droidi che si riparano da milioni di anni (!) usando parti umane e bruciando il resto del corpo del malcapitato di turno per non far sorgere sospetti. Sono cugini di quelli di “The Girl in the Fireplace”. Il Dottore li batte. Intanto Clara ha dei dubbi su di lui, ma una telefonata di Matt da Trenzalore la convince. Il droide “morto” si sveglia infine in un “Paradiso” dove una certa “Missy” lo attende.

Leviamoci subito il dente: l’episodio, di Steven Moffat, non è The Eleventh Hour, è “The Christmas Invasion” e va benissimo che lo sia. “The Eleventh Hour” è forse il più bell’episodio in assoluto di Doctor Who, ed era una situazione completamente diversa: non solo nuovo Dottore, ma nuovo tutto: companion, autore, produzione… tutto quanto (tranne la musica). Qui invece cambia solo il Dottore e la storia viene costruita proprio sul fatto che il Dottore viene circondato da facce note che vengono raccolte attorno a lui il più possibile, non solo Clara, ma Vastra, Jenny e Strax. E pure il nemico è in qualche modo familiare (anche se lui non se lo ricorda).

Si parte con un dinosauro… che viene inaspettatamente utilizzato pochissimo, pur essendo tecnicamente ottimo. Il nuovo Dottore è più importante di un dinosauro, ma introdurlo è un’ottima idea e fa sicuramente fa parte degli elementi inseriti per rendere l’episodio più appetibile a chi potrebbe essere intimorito da una serie di scene con gente seduta a parlare. Ho il sospetto che molti meno bambini di quanti ci si potrebbe aspettare vengano scoraggiati da tali scene, quando è il Dottore a parlare, ma un dinosauro sicuramente non fa mai male. Nella stessa categoria si potrebbe classificare la massiccia presenza di Strax (che alla prima visione avevo giudicato persino eccessiva, ma ora direi che ci sta e il Times in faccia a Clara è esilarante), sdrammatizzare i toni di un episodio che sulla carta poteva sembrare un po’ troppo oscuro, ma che all’atto pratico non lo è stato più di tanto.

Il Dottore non ricorda bene le cose dopo questa rigenerazione… nomi, parole, ma anche avvenimenti. Confonde le persone (Clara e Strax… Clara e Handles!) e anche quando più avanti non ha più problemi con i nomi continua a non ricordare gli avvenimenti di “The Girl in the Fireplace” il che è quantomeno singolare considerando quello che succede in quell’episodio. Di recente si era comunque scordato anche la Grande Intelligenza, per cui forse cominciano a essere troppe le cose da ricordare…

E poi c’è la questione del “flirtaggio”… in un’intervista chiaramente presentata male dal giornalista (non si sa quanto in buona fede) sembrava che Capaldi si fosse imposto per levare il lato “romantico” del personaggio. Già si sapeva che non era così, ma si inizia a chiarire nell’episodio, viene sottolineato come il Dottore si considerasse in precedenza una specie di ragazzo di Clara (e non viceversa!) e che quello fosse un errore da parte sua. In compenso il nuovo Dottore flirta con la dinosaura… e sarà divertente vederlo quando prima o poi incontrerà River Song! La questione dell’aspetto giovanile del Dottore è comunque trattata principalmente nel discorso tra Clara e Vastra. Vastra si incazza apparentemente in maniera eccessiva quando ha l’impressione che Clara fosse affezionata solo all’aspetto fisico del Dottore (scopriamo poi che sta facendo apposta per farla sbottare) dandoci un’interessante spiegazione del motivo per cui il Dottore avesse l’aspetto giovanile (per farsi accettare più facilmente) e del perché ora non ce l’abbia più (si fida abbastanza di Clara e lei dovrebbe accettarlo anche più “maturo”).

Naturalmente Clara non è rincoglionita di colpo, visto che è ben consapevole delle rigenerazioni del Dottore avendole viste tutte… semplicemente Clara rappresenta noi spettatori. Anche noi siamo ben consapevoli delle rigenerazioni del Dottore, ma ogni volta che cambia c’è sempre quel dubbio di fondo… “lo accetterò? Sarà anche lui il mio Dottore?” Dalla nostra parte noi abbiamo la fiducia in Moffat, sappiamo che difficilmente sbaglierebbe, ma Clara non conosce Moffat, non ha nulla a cui aggrapparsi, per cui la sua reazione a pelle per quanto irrazionale è perfettamente comprensibile. E dà anche un nuovo spessore al personaggio, tant’è che Jenna rischia quasi di rubare la scena a Capaldi tanto è brava a caratterizzare la Clara in preda ai suoi conflitti interiori.

E il Dottore non la aiuta affatto, abbandonandola persino in balia del “cattivo”. Naturalmente lo fa solo perché sa che saprà cavarsela… e lei, in fondo, lo sa, ma Eleven l’avrebbe fatto?

La risposta è… boh. I due Dottori sono realmente così diversi come potrebbe sembrare a prima vista? Fate una prova… guardate qualche scena dell’episodio chiudendo gli occhi e immaginando Matt al posto di Peter. Scoprirete che praticamente in quasi tutti i casi Matt direbbe le stesse cose. Con un tono di voce diverso, gesticolando e muovendosi diversamente, ma alla fine il Dottore è sempre uno solo e le differenze vengono apportate principalmente dal modo in cui l’attore recita, il modo in cui ci mette del suo. Naturalmente poi essendo questa la prima stagione di Capaldi, il Dottore per cui Moffat è abituato a scrivere è Matt… vedremo come procederà nel resto della stagione (e nelle eventuali sue prossime)… il primo episodio non è comunque mai indicativo in questo senso. Tra l’altro ho notato che in un paio di occasione Capaldi somiglia tantissimo a David Tennant! Fateci caso quando sorride sul TARDIS verso la fine… è uguale!

Il Dottore è spaventatissimo del fatto che Clara “non lo veda” e questo lo si può capire fin dal discorso “del dinosauro” che partirà anche come traduzione inconscia del lamento della povera bestia, ma termina sicuramente parlando di se stesso. Per fortuna alla fine, dopo la telefonata di Matt, Clara inizia a vederlo… un po’ come il bambino che infine riconosce Peter Pan in Hook.

E parlando della telefonata di Matt… è sicuramente stata un colpo al cuore a tantissime persone, ma utile anche ai più “duri” (qui rappresentati da Clara) per accettare o almeno cercaer capire il nuovo Dottore. Da notare che Eleven scopre qui che diventerà grigio… che si sia autoinfluenzato? O siccome ormai la rigenerazione era già iniziata ormai era così e basta?

Vogliamo poi parlare della… scozzesità del nuovo Dottore? L’accento non è particolarmente marcato (anche perché in USA non capirebbero una mazza!), ma si nota e naturalmente si sprecano le battute sulla voglia di indipendenza delle sopracciglia, o sull’incolpare gli inglesi di tutto o sul doversi sempre lamentare. La cosa non viene citata esplicitamente, ma avrebbe senso se il Dottore fosse diventato scozzese a causa di Amy (così come Ten aveva preso il suo accento da Rose, abbandonando quello “del Nord” di Nine).

C’è poi il discorso della faccia riciclata. Anche qui il Dottore non ricorda dove l’abbia vista e dove l’abbia presa (la stessa cosa che fa notare al droide alla fine), ma è sicuro di averla già vista. Si ricorderà autonomamente più avanti? O ci sarà un fattore esterno che tornerà sull’argomento? E perché ha scelto questa faccia?

I due momenti fondamentali dell’episodio comunque sono probabilmente i due discorsi. Il primo tra Vastra e Clara di cui ho parlato sopra e il secondo tra Clara e il Dottore al ristorante, prima di accorgersi che non era realmente un ristorante. Convinti entrambi che l’annuncio l’avesse scritto l’altra/o torna di nuovo in primo piano l’egomania di Clara che lei nemmeno contesta, ribadendone l’importanza davanti a tutto. I due attori nella scena si muovono e recitano come una coppia che lavora insieme da anni, si vede subito che si sono subito trovati sulla stessa lunghezza d’onda. Tra l’altro, casualmente, questo primo episodio è anche stato il primo a essere girato, per cui queste sono davvero le loro prime scene insieme (a differenza di Matt e Karen a suo tempo).

Per quanto riguarda il “cattivo” (pretestuoso come doveva essere, ma anche abbastanza interessante), alla fine il droide si sarà buttato da solo o l’avrà spinto il Dottore? Uno dei due mentiva sulla sua programmazione di base, ma sappiamo bene che il Dottore è sempre un po’ ipocrita quando si tratta di non far del male a qualcuno. Non vorrà toccare le pistole e tenderà a cercare di salvare Davros, ma alla fine aveva pur sempre distrutto Gallifrey (ora non più, ma in origine sì). Per cui entrambe le cose possono essere. Avrei lo stesso dubbio se si fosse trattato di un altro Dottore, chiaramente, non è una questione di sopracciglia indipendentiste assassine.

Torna infine un punto che sembrava essere stato abbandonato (ma figurarsi, con Moffat!)… la donna del negozio! Quella che ha dato il numero del Dottore a Clara e che ora sembrerebbe aver messo l’annuncio sul giornale. E che, incidentalmente, è il motivo per cui risolvono il caso, se fosse stato per loro o per la Paternoster Gang, sarebbero ancora lì a girare per Londra. Chi è la misteriosa donna? Non River, visto che Clara ha ora visto River (o almeno non sarà River con la faccia da Alex Kingston). Che sia… Missy? E chi è Missy? Definisce il Dottore “il suo ragazzo” e in qualche modo assiste agli eventi come noi (commenta l’accento e lo… acquisisce). Missy da Mrs, cioè Mistress, femminile di Master? Mah. Una rigenerazione uscita non si sa bene da dove di River? Mah. La Rani? Mah. Il TARDIS? Mah. Reinette? Mah. E cos’è questo “Heaven” esattamente? Come ci giunge un droide “morto”? Il nuovo story-arc è iniziato, ne scopriremo di più un po’ alla volta, immagino.

Chiudiamo! Murray Gold… wow, praticamente solo musica nuova tranne un accenno del tema di Clara! Non è ancora chiaro se il nuovo tema del Dottore sia quello che si sente mentre “fugge” dalla camera da letto o meno (diverso da quello sentito in “The Time of the Doctor”), ma si presenta molto bene!

Varie ed eventuali:

  • Il barbone è il marito di Elisabeth Sladen, Sarah Jane Smith;
  • Quando Vastra passa l’ossigeno a Jenny “si baciano”… e qualche imbecille ha avuto il coraggio di lamentarsi. Ma andate a buttarvi in mare.
  • Il nuovo Dottore non sembra avere frasi particolari, ma “Geronimo” non è ancora morto.
  • Viene nominata Amy! Semplicemente perché era più alta di Clara! LOL.
  • Come si fa i capelli da sola in quel modo Clara? È esperta di pettinature vittoriane?
  • Si è detto che questo Dottore non corre… ma in realtà almeno per ora corre eccome: sui tetti, a cavallo… nuota persino!
  • La location del “Paradiso” sarà anche la stessa di “The Girl Who Waited” (e non solo), ma non credo che il posto risulti essere lo stesso.
  • La sigla! Anche i muri sanno ormai che Moffat ne ha vista una fan-made, gli è piaciuta e ha ingaggiato il fan che l’aveva realizzata per fare quella reale. Di mio posso dire che a suo tempo mi era piaciuta con riserva, perché mancava il time vortex. Ora in quella vera il time vortex, seppur brevemente, c’è, per cui non posso proprio lamentarmi!
  • Come in “The Christmas Invasion” il Dottore per buona parte dell’episodio gira in pigiama.

Tirando le somme, ottimo episodio introduttivo e siccome qui non abbiamo nessuna regola esprimere i voti posso inventarmela sul momento e finalmente adottare la mia scala preferita, in decimi con la virgola! 😛

Voto finale quindi 9,5 su 10!

“Deep Breath” è stato scritto da Steven “ho appena vinto un Emmy per Sherlock alla facciazza vostra” Moffat.

Grazie a Morry per l’aiuto!

Flattr this!

25 pensieri su “Doctor Who – 8×01 – Deep Breath”

    1. Non è chiaro se il Dottore ricordi con precisione quell’incontro… in genere negli incontri multi-Dottore è solo quello più futuro a ricordarli.

      In ogni caso lì si dice che il Dottore RIvisita alcune vecchie facce… si intende SUE vecchie facce, non altrui.

  1. Grazie di non aver abbandonato le vecchie abitudini, e anche perché essendo fan dal Doctor Who 2005 e non seguendo tutto il fandom mi fa piacere leggerti per scoprire i dietro le quinte… Mi domandavo in effetti, seppur sapevo in cuor mio già la risposta, se Mssy venisse dal passato… Non mi stupirebbe, ora che sappiamo che i Time Lords sono vivi seppur in altra dimensione, che alcuni nemici/amici dai vecchi Dottori tornassero in auge… Moffat mi ha stupido perché pensavo che questa seria avesse un sottotitolo del tipo “alla ricerca di Gallifrey” ma evidentemente gli oltre 800 anni di solitudine a “parlare” con loro attraverso la crepa lo anno convinto che qualche secolo di “espiazione” in più avrebbe fatto bene ai suoi pari… Un dottore più vecchio, una sigla, un episodio, almeno un altro (da quello che si capisce dai titoli che poi clamorosamente ci smentiranno) dedicato a un certo tipo di fantascienza … lo steampunk, Moffat ci vuole dire qualcosa? Solo i dottori del futuro ricordano gli incontri con altre “facce”? Non sono sicuro, perché nel mini episodio Time Crash quando Tennant incontra Davison, Ten ha la soluzione del problema perché ricorda di averlo visto fare al se stesso del futuro ovvero da lui!!! I paradossi temporali tanto cari a RTD! Sostituiti poi da bolla di fumo in continuo cambiamento di Moffat :D!

    Ultimissima considerazione in “The day of the Doctor” si e spiegato e/o fatto capire molto, anche se sto facendo ancora a botte con la linea temporale che ha portato li il dottore per più di 800 anni mentre era in giro per la galassia con il silenzio alle calcagna, (se mi aiuti brevemente LAZ te ne sarei grato) ma non ci è stato mai detto chi ha costruito la Pandorica (episodio da quello che si capisce temporalmente successivo all’arrivo del dottore su Natale in cui l’alleanza di tutti i suoi nemici era ancora forte) e chi ha fatto esplodere il Tardis, che si pensava alla base della crepa ma ora si sa che forse è stata una concausa, sempre Missy? Dal paradiso? E se il Bing Bag 2.0 le fosse servito proprio a questo? Perché se c’è sempre lei dietro a questo (direttamente o indirettamente attraverso il silenzio) è chiaro che ha avuto due rapporti con il dottore, odio (prima del Big Bang) e amore (dopo fino ad oggi)… Perché le azioni che le sono state attribuite fino ad oggi con certezza (Il numero dato a Clara e il trucco del giornale per farli rincontrare ora) non sono “enti negati”… Poi se è lei che ha dato a Clara il numero del telefono del Tardis non può essere un “nemico” totale del dottore… non ho mai sentito del Master che telefonava al Tardis… O Si?

    Grazie ancora LAZ e scusa la mia lingua esageratamente lunga! 😀

    1. Dunque! 🙂

      – In Time Crash il Dottore (Ten) si ricorda dell’avvenimento solo man mano che succede, infatti all’inizio è stupido e non capisce! Quindi è perfettamente in linea con il resto (d’altra parte era Moffat pure quello!)

      – La Pandorica è stata costruita dai nemici del Dottore per contenerlo e fare in modo che non distruggesse l’universo, questo viene spiegato subito alla fine di “The Pandorica Opens” Sul fatto che per loro questo avvenga dopo l’inizio di Trenzalore… interessante teoria, potrebbe anche essere. D’altra parte è quello che è successo con il Silenzio dissidente della Kovarian nella sesta stagione… dal loro punto di vista Trenzalore inizia prima.
      Il TARDIS viene fatto esplodere dal Silenzio, questo viene detto esplicitamente in The Time of the Doctor.

      Per Missy posso solo dire… boh! 🙂

      1. E se Missy fosse una delle copie di Clara? Una che ha mancato il dottore (magari proprio quella che non si è unita al War Doctor) e perciò, dopo essersi ritrovata in Heaven comincia a seguire le sorti delle altre coppie Dottore-Clara…

  2. Peter mi ha ovviamente già sedotto e convinto a salire sul Tardis per farmi maltrattare allegramente dal suo Dottore, non è retorico è proprio come se l’avessi già visto recitare da secoli e questo fosse solo il ritorno di un volto familiare (pun intended). E, al di là delle esigenze di grandeur e perfezione che forse mai bisognerebbe aspettarsi (provare orgasmi multipli durante la visione di tutti i singoli episodi di una serie deve ancora succedermi) ritengo sia almeno stato uno degli episodi meglio scritti. E Peter! Il suo ritratto della vulnerabilità del Dottore, la sua eccitante inaffidabilità, il lato più pragmatico e complesso, sono bellissime novità (non penso di essere stato l’unico ad aver esultato e aver riso non appena Twelve scarica senza batter ciglio Clara solo per salvarsi) poiché questa è una dinamica che costringe noi ed i suoi companions ad essere vagamente più allerta, un po’ meno rassicurati. Poi, a meno che la psicologia e l’insight multipli sui personaggi siano solo pura pausa tra una scena d’azione e l’altra, non credo di aver registrato la prima parte come inutile o noiosa. Né capisco chi si relaziona alle storie in funzione della qualità dei mostri che sì talvolta sono interessanti ma ecco.. non il più delle volte! 🙂 Ho letto ‘dalla scena del ristorante ci si è svegliati, prima noia, quei 20 minuti d’apertura erano inutili‘. Oukei, dunque c’è’ forse proprio chi guarda DW quasi esclusivamente per i mostri? Di nuovo ok, ma per me avrebbero potuto anche solo disquisire di veli, età e sproloqui di Twelve in loop. Insomma sono fiducioso e contento, ora si parte con Peter e prepariamoci all’ascesa in ‘paradiso’ < (there isn’t one, shush).

    Note:

    – Ogni episodio dovrebbe durare 80 minuti e Twelve potrebbe essere il mio Dottore.
    – Ho iniziato ad apprezzare davvero Clara solo da Time of the doctor ma qui credo di averla ‘capita’ e anche le sue potenzialità come personaggio sono finalmente sul piatto. Almeno è successo prima che ci finisca lei :)
    – Vastra e Jenny sono sposate nel caso ve lo foste perso. A me la lingua a Demon’s Run aveva già dato una mezza idea.
    – C’è un’ agenda contro i dinosauri? Una enorme, li sterminano tutti. Lei era così enorme che un colpo di coda avrebbe potuto livellare Parliament Square.
    – Vastra è sempre più Sherlock BBC. Ha anche il suo Lestrade incompetente oltre che il suo John, ed i toni della relazione sono sempre più vicini all’abusive relationship di Baker Street.
    – Chi sono i Paternoster Irregulars? E, nel caso, i Regular incontreranno in futuro anche altri Dottori e Dottoresse?
    – Una cosa: sappiamo che Jenny non può più fare a meno di Vastra per la lingua ma Strax? Che cosa lo lega a loro a parte la solitudine? La condizione servile è solo una scelta? È un modo per restare legato al suo passato?
    – Perdonatemi ma quando Strax lancia il Times davvero non ho potuto non ridere a lungo. E ‘a lot of muscular young men doing sport’. Dato che confonde continuamente sessi o attività quindi dal subconscio di Clara non esacluderei niente…
    – Twelve che conversa con amabile calma insieme al senzatetto è una delle più scene più immersive e divertenti di sempre. Intanto si è fottuto il cappotto. Speriamo non abbia ucciso anche lui :-P
    – Peter e Jenna sono così stati bravi insieme al ristorante. Clara funziona in coppia con Twelve, temo più che con Eleven. La dinamica è più incalzante e appena più complessa.
    – Devo ammettere di essere stato una di quelle persone imbarazzanti che ha tentato di trattenere il respiro con Clara, fallendo dopo un minuto :)
    – Non credo di capire perché Clara non si sia attivata un po' prima con il geronimo. E da dove piombano le Vastra’s Angels?
    – Il Dottore e l’ambiguità del finale. Bene.
    – Il Tardis è sempre più seducente. Sono contento che gli scrittori continuino a leggermi ed abbiano sostituito il blu. E il nuovo è anche sintetico di tutte le ere passate, pensateci. Un po' come Peter. C'è anche una libreria, non respiro!
    – E se Clara avesse detto alla fine ‘shut up, single here e mai avuto un fidanzato/a’? Non sarebbe stato interessante avere la prima companion ascrivibile nella dinamica forever alone? 😛 Nel senso, esistono anche le persone single e desidererebbero forse essere rappresentate 🙂
    – Missy è un nuovo personaggio (c’è anche quest’opzione!), una delle Melody sparse nel tempo (tanto c’è una fila fino a Trenzalore), una rigenerazione del Master per sedimentare nella mente del fandom meno ricettivo l’idea di una Dottoressa, o Mary Poppins dopo una settimana a King’s Landing? Take your prick

      1. Nuu, 80 minuti erano una favola 🙂 Immagino un po’ meno per le notti sottotitolanti. PS: molto contento per le recensioni e più che felice nel rileggerti! 😉

  3. ma..quando Vastra e Clara hanno quel dialogo sull’aspetto del doc, Clara stessa parla di un personaggio dell’antica Roma come uno dei uno dei suoi idoli da ragazzina, di cui aveva anche un ritratto come poster. io ho capito che fosse proprio il personaggio di Capaldi (non ricordo il nome). quindi l’attuale aspetto sarebbe inquadrato nel discorso dell’essere accettato da Clara….o non c’ho capito un cavolo?

  4. Ottima recensione come sempre..Puntata ricca e affascinante…Per ora non mi esprimo su teorie o idee ma avrei solo una domanda che mi ha fatto venire in mente il tuo richaimo al Maestro…nella puntata in cui il decimo dottore brucia il corpo del maestro alla fine si vede una mano femminile che ne raccoglie l anello si e mai saputo di chi era quell amano?

  5. … ho avuto la connessione ballerina per un po’, non ho avuto modo di leggere e mi stavo giusto domandando come avrei fatto senza le recensioni / approfondimento..
    grassssie!
    🙂

  6. Una prima puntata non è mai abbastanza per farsi un’idea ovviamente, però vi dico come la penso… mi piace molto Capaldi e il suo nuovo Dottore, e il fatto che sia più “vecchio e brontolone” si nota parecchio. Ma anche insicuro della sua nuova vecchiaia, e cattivo come sanno essere i vecchi.
    Detto questo butterei tutto l’episodio fino al ristorante (i siparietti di strax hanno francamente stufato e penso che ci ridano solo i bambini – forse). Clara… non so. Comincio a riconoscere la sua mimica quando sta per fare il sorrisetto, e non sono sicuro che sia una buona cosa. Giusto come avete detto voi che in questa puntata rappresenti il pubblico tutto, ma non mi convince il modo in cui è stato trattata la questione.
    Sulla musica, non l’ho notata per niente, e me ne sono accorto a fine puntata. Ricordo che invece alla fine di Eleventh Hour già canticchiavo il motivetto di I’m the Doctor. Non depone bene nemmeno questo, ma vedremo.
    Affascinante l’idea che Missy sia in qualche modo il Master. Molto. Mi attacco a questo con tutto me stesso 🙁

Rispondi