The Angels Take Manhattan

Moffat spiega perché “The Angels Take Manhattan” è definitivo

The Angels Take Manhattan(Questo post è ovviamente spoiler se non avete visto “The Angels Take Manhattan”)

Il Moff si è pronunciato sui dubbi sorti dopo il finale di “The Angels Take Manhattan”. Blogtor Who riporta un’intervista di Dan Martin in cui gli viene esplicitamente chiesto perché Amy e Rory non se ne vanno da New York per farsi recuperare altrove, nel passato.

La risposta di Steven Moffat:

New York brucerebbe comunque. Il punto è che non può intervenire. Ecco la “risposta per i fan”… non è una cosa che si possa dire sulla BBC perché la maggior parte della gente guarda lo show e pensa “Be’, c’è una tomba, quindi è chiaro che non potrà più visitarli”. Ma la “risposta per i fan” è che in circostanze normali sarebbe potuto tornare e dire “Be’, tiriam su una lapide e scriveremo il libro”. Ma c’è troppo tessuto cicatrizzato e un numero troppo alto di paradossi già inflitti in quel nesso di linee temporali… si spezzerebbe se si cercasse di fare ancora qualcosa. Il Dottore deve lasciarlo stare. Normalmente applicherebbe un po’ di chirurgia, ma questa volta ce n’è stata già troppa. Ora immaginatevi di dover raccontare queste cose su BBC One.

Il Moff aveva scritto diversi finali…

Per essere sincero erano tutti abbastanza simili. C’era una versione un po’ più involuta in cui River aveva un ruolo leggermente più centrale. Ma poi mi sono accorto che stavo cercando di raccontare quattro storie quando ne sarebbero bastate due. E quindi ho tagliato. E quindi è saltato fuori che il punto centrale della storia è che il Dottore non fa nulla nella seconda parte dell’episodio, tranne lamentarsi e cercare di non far funzionare le cose. Ovviamente c’è stato un momento in cui non era così, ma poi mi sono accorto che la vera storia era quella. Quando si accorge che non può sfuggire al fatto che Amy lo lascerà, diventa inutile ed è quello il dramma. E il cuore drammatico di Doctor Who è raramente il Dottore stesso, perché lui è l’uomo che sistema tutto. Questa volta lui è l’uomo a cui accadono le cose e questo lo rende interessante in modo diverso… questo e una fantastica interpretazione di Matt Smith.

I Pond torneranno?

Non si può mai eliminare la possibilità di sequenze oniriche o di flashback, ma il Dottore li rivedrà mai? No. Quando ho iniziato a parlarne con Karen e Arthur ci siamo detti ‘rendiamolo un vero finale’. Riportare sempre le stesse cose fa venire la sequelite. Finisci quello che devi fare e via. Solo il cielo sa se appariranno in qualche specie di flashback – non ho piani per farlo al momento – ma la storia di Amy e il Dottore è decisamente finita.

Flattr this!

2 commenti su “Moffat spiega perché “The Angels Take Manhattan” è definitivo”

  1. mi era quasi andato via il lutto…… e ora tutto in un colpo è ritornato!!!! sono un bel po in crisi d’astinenza dal dottore!!!

    da marzo comincerò finalmente ad aspettarlo settimanalmente! che bellezza!

  2. Apperò 😀 Fra le righe si era capito tutto comunque (bastava un po’ di interpretazione e bontà). Ehm il nuovo trailer?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.