Hugo 2012

Premio Hugo 2012 a “The Doctor’s Wife”

Hugo 2012Questa notte si è svolta la cerimonia di premiazione del premi Hugo 2012 alla Chicon 7 di Chicago… e ancora una volta il premio per la Best Dramatic Presentation, Short Form è andato a Doctor Who!

Quest’anno a vincere è stato “The Doctor’s Wife”, scritto da Neil Gaiman e diretto da Richard Clark. E ha battuto pezzi da novanta come “The Girl Who Waited” e “A Good Man Goes to War”.

La cerimonia è stata trasmessa in diretta su Ustream, ma per qualche problema si è interrotta subito prima della consegna del premio a Neil! Vedremo se spunterà il filmato online più avanti.

Dal ritorno della serie nel 2005 Doctor Who ha vinto sei volte il premio, con “The Empty Child”/”The Doctor Dances” (2006), “The Girl in the Fireplace” (2007), “Blink” (2008), “The Waters of Mars” (2010) e “The Pandorica Opens”/”The Big Bang” (2011).

EDIT: Nel discorso di accettazione del premio Neil ha annunciato che ne sta scrivendo un altro!! Solo uno stupido o un folle ci riproverebbe… quindi sono alla terza stesura.

Flattr this!

21 commenti su “Premio Hugo 2012 a “The Doctor’s Wife””

          1. Che stress! 😛

            Comunque oggi pomeriggio online.

            Quest’anno però ho lasciato ad altre persone di Serialmente gli episodi non-Moffat, così stressate loro e non me! XD

  1. L’episodio mi è piaciuto; personalmente fra tutti i premi Hugo, quello che non condivido è quello della Pandorica.

    1. molto d’accordo. Bell’episodio, anche emozionante, ma da qui a dargli il premio Hugo ce ne passa.
      Su tutti gli altri sono d’accordo!
      Waters of Mars se non erro è di RTD.

      1. Effettivamente quell’anno l’Hugo l’avrebbe meritato “The Eleventh Hour”.

        “The Wates of Mars” è di Phil Ford… RTD ha riscritto così come riscriveva tutto (tranne Moffat) da sempre, solo che Julie l’ha convinto a farsi co-accreditare per gli Speciali.

        1. In che senso Julie Gardner, la produttrice, lo ha convinto?
          Forse per motivi promozionali?
          Devo dire che però non ho colto la bellezza dell’episodio, da molti ritenuto il migliore dell’era RTD, forse perché, per una serie di ragioni, l’ho visto solo una volta (devo rivederlo!)

          1. beh di certo non è particolarmente originale. Ma come soglia emotiva… siamo ad altissimi livelli! E l’interpretazione di Ten è assolutamente fuori dai gangheri. (In senso buono)

          2. Nel senso che RTD riscriveva TUTTO. Sarebbe stato corretto accreditarlo probabilmente per la maggior parte degli episodi… e solo alla fine Julie l’ha convinto a farlo (probabilmente con la scusa che “tanto sono solo due episodi”).

            Per me bell’episodio, ma fine lì, niente di trascendentale. Ho decine e decine di episodi che gli preferisco!

    1. per me il migliore di sempre e’ silence in the library – di moffat.
      Possibile che non abbia vinto niente? (sono nuova – nel blog – forse non sono ben informata)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.