Amy, Rory e River.

Questa sera, 21:10, Rai 4, Doctor Who

Amy, Rory e River.Finalmente ci siamo! La sesta stagione di Doctor Who sta per debuttare in Italia… e preparatevi, perché gli episodi di questa sera sono magnifici a dir poco!

Appuntamento doppio quindi con “The Impossible Astronaut” e “Day of the Moon” (presentati con il titolo “L’astronauta impossibile”).

Rai 4 ha perfino lanciato un minisito dedicato alla serie (o meglio, alla stagione)… è una sezione staccata del sito RAI con schede personaggi, schede episodi e materiale extra sulla serie. Davvero un’ottima cosa!

Quando avrete visto gli episodi tornate qui a leggere le recensioni che avevamo fatto al momento per Serialmente: “The Impossibile Astronaut” e “Day of the Moon“!

E se volete abbiamo anche diverse immagini relative agli episodi nella nostra gallery!

Questa sera, Rai 4, 21:10.

Flattr this!

22 commenti su “Questa sera, 21:10, Rai 4, Doctor Who”

  1. Ho appena guardato il minisito, chiaramente tratto dall’originale della BBC: mi sembra carino e avbbastanza ben fatto, spero solo che abbiano la costanza di aggiornarlo man mano che la 6^ stagione procede, con le notizie relative ai vari episodi (adesso è un po’ scarno…)

  2. Sto guardando l’episodio ora…. Mi piange il cuore a sentire tutti questi dialoghi in italiano… I doppiaggi a parer mio rovinano tutto…. Oh!! Ma hanno messo un piccolo intro prima della sigla!

  3. la cosa più brutta del doppiaggio è che abbassano la traccia musicale. In alcuni casi davvero di parecchio. In questo caso, troppo.
    Comunque confermo la mia impressione… bravo Baldini, gli altri umpf.

    Nixon me fa’ mori’. “Salutami David Frost!” eheh…

    1. Guarda, avevo appena riguardato dei pezzi proprio di “Day of the Moon” per sentire “A Majestic Tale (of a Mad Man in a Box)”… e non si sente praticamente per nulla nemmeno nella versione originale con tutti i rumori che ci sono sopra! Insomma, già si parte con la musica spesso coperta anche in originale. Ma anche gli anni scorsi…

      1. Infatti, pure io me l’ero riguardata piú volte… e la traccia si sente bene praticamente solo in certi momenti chiave – come la scena in cui Rory capisce che Amy stava parlando di lui, per dire.

  4. Si doppiaggio noioso da leggero ricovero! ecco le cose che invece mi sono piaciute:

    – “è abituata”
    – “L’America tutta vi saluta”
    – La doppiatrice di Mme Kovarian, non esaltante ma appena un piccino ok
    – “adoro le tombe” ma River viene doppiata dalla voce di Nicole Kidman, c’est vrai? Se invece no, me la ricordava.

    1. Pensa, “è abituata” è forse l’unica cosa che non è piaciuta a me. Mentre tutto il resto sì, per cui ottimo adattamento!

      1. Ma si, ma si, nel complesso benino. Con Idris dalla regia mi suggeriscono di sostenere le candidature banali di Claudia Razzi o Laura Boccanera. Complimenti invece al vocione di Captain Avery! 😉

  5. Comunque tornando al doppiaggio il più inascoltabile mi è risultato Rory. Un naso così non può avere quella voce lì! 🙂

    E poi immaginatevelo in “Dove-è-mia-MOGLIE!” o “devo ripetervi la domanda?”.

  6. con tutto il rispetto per Baldini, che è un eccellente doppiatore, ma non c’entra proprio un’acca la sua voce col Dottore… non lo posso sentire. Mi rifiuto di guardarlo in italiano… per fortuna sono appena tornata da Londra dove ho preso i dvd ;D
    Il doppiaggio in italiano toglie davvero molto al tono della serie: lo fanno un po’ troppo giocoso, il che elimina totalmente la componente drammatica sia dalla storia che della capacità recitativa degli attori.

    1. Prima di tutto, hello whovians dato che che questo è il mio primo commento!
      Per me Baldini è okay, sarebbe stato impossibile trovare una voce che in tutto e per tutto combaciasse con quella di Matt Smith… Voglio dire, pensiamo a Diego Reggente che doppiò Tom Baker: lavoro eccellente e ottima scelta di casting, ma inevitabilmentee la sua voce non poteva rendere del tutto quella così caratteristica e autorevole del Quarto Dottore.
      Chi, sarebbe potuto, del resto?
      Sono invece d’accordo su certe sciatterie dell’adattamento, forse anche peggiori rispetto al passato dove pure non sono mancate delle “perle nere” (direi, molto più che nel “nu hu” che in quello classico della Rai poi ripreso da Montecarlo, per cui in fondo si fece un buon lavoro considerati pure i limiti dovuti all’assoluta novità del particolarissimo personaggio conosciuto a oltre quindici anni dall’esordio): il finale altamente drammatico della 6 x 01 diventa loffio nell’adattamento, per non parlare, nel primo dialogo di Amy col Silente, di quel “Joy” lasciato tal quale, quando invece si sarebbe potuto tradurlo con “Gioia” (nome di donna non raro da noi) mantenendo lo stesso effetto. Era una cosa servita su un piatto d’argento, non richiedeva sforzo: è triste ssottolinearlo, quando invece, con gli adattamenti e su un piano più generale, in passato si sono risolte situazioni difficilissime che hanno portato a perle bianche come “Lupo ululì… castello ululà” (cfr. “Frankestein Jr.”).

      1. Ops… c’erano un po’ di refusi, ecco il messaggio corretto!

        Prima di tutto, hello whovians dato che che questo è il mio primo commento!
        Per me Baldini è okay, sarebbe stato impossibile trovare una voce che in tutto e per tutto combaciasse con quella di Matt Smith… Voglio dire, pensiamo a Diego Reggente che doppiò Tom Baker: lavoro eccellente e ottima scelta di casting, ma inevitabilmentee la sua voce non poteva rendere del tutto quella così caratteristica e autorevole del Quarto Dottore.
        Chi avrebbe potuto, del resto?
        Sono invece d’accordo su certe sciatterie dell’adattamento, forse anche peggiori rispetto al passato dove pure non sono mancate delle “perle nere” (direi, molto più nel “nu hu” che in quello classico della Rai poi ripreso da Montecarlo: qui in fondo si fece un buon lavoro, considerati pure i limiti dovuti all’assoluta novità del particolarissimo personaggio conosciuto a oltre quindici anni dall’esordio): il finale altamente drammatico della 6 x 01 diventa loffio nell’adattamento, per non parlare, nel primo dialogo di Amy col Silente, di quel “Joy” lasciato tal quale, quando invece si sarebbe potuto tradurlo con “Gioia” (nome di donna non raro da noi) mantenendo lo stesso effetto. Era una cosa servita su un piatto d’argento, non richiedeva sforzo: è triste sottolinearlo, quando invece, con gli adattamenti e su un piano più generale, in passato si sono risolte situazioni difficilissime che hanno portato a perle bianche come “Lupo ululì, castello ululà” (cfr. “Frankestein Jr.”).

  7. Ok!
    Sono pronta.
    L’ho visto. L’ho rivisto. Ho continuato a riguardarlo da quando l’hanno uppato sul web e in tv con le repliche del sabato.
    E dico: WOW!

    Finalmente dopo un anno di attesa, e dopo i mesi che lo ammetto mi servivano per dare il corretto addio a Tennant, sono pronta per imbarcarmi in questa nuova avventura con Doc.
    Prima di mettere il mio commento preciso che non ho nulla contro il doppiaggio ne contro le voci originali, ma benchè abbia fatto numerosi tentativi di seguire questo Dottore in lingua originale con i sottotitoli sono tutti finiti con un mal-di-testa da urlo e una poca attenzione per la puntata e soprattutto per le faccie degli attori che io trovo impagabili! Amo la doppiatrice scelta per River Song che amo alla follia fin dal primo momento, quindi mi scuso con tuti coloro che decantano le voci orignali ma colpa il mio inglese decisamente scarso non credo riuscirò mai a seguire DW se non in ita.

    Detto questo, sono troppe bellissime le parti di queste due prime puntate che vorrei decantare, ma mi fermerò a quelle più impressionanti:
    1. River Song, il suo rapporto con Doc, le battute tra i due, insomma se c’è lei per me il divertimento non è solo assicurato ma è come una torta di cui riesco a gustarmi ogni singolo boccone al massimo!
    2. Canton E.D. III, spero (e lo ripeto:SPERO!) che ne facciano un Fisso della serie perchè mi ha fatto amare il suo personaggio nel giro di pochissimi minuti e con due sole battute! Ovviamente un grazie all’attore che ricordo con piacere e ironia nelle puntate di Supernatural, e che sarebbe un acquisto notevole per DW.
    3. La BAMBINA! Oddio! Si è rigenerata? Cioè lei sta morendo e… rimedia: rigenerandosi! Sono senza parole…
    4. Il Silenzio: terrificanti più degli Angeli (di quelli almeno ti ricordi, indipendentemente da tutto! XD), spaventosi nell’aspetto e soprattutto nei loro porsi e muoversi…bbrrr.
    5. Moffat! Se questo è l’inizio di stagione comincio a preoccuparmi per come sarà il botto di fine stagione… partiamo in quarta e come finiamo? Alla velocità della luce, in curvatura? O come fa Doc saltiamo i giovedì pomeriggio che sono noiosi (secondo lui!) e andiamo diretti alla parte più divertente ed avventurosa? Io opto per la seconda.
    6. Amy e Rory: dolci, un po’ bastonati, fedeli, pronti e spero non morti prima della fine della serie. Ma non si sa mai… quel feto che c’è e non c’è… cos’è? Un Lady/Lord Time? Quando vengono concepiti sono così fuori dal tempo che manco il Tardis riesce a capirci qualcosa? E’ preoccupante.

    Il mio commento: positivo!
    Ho solo una domanda.
    COME caspista ha fatto Doc a eliminare i Silenti con un Cacciavite Sinico?! XD

    Ho letto le recensioni che avete fatto per Serialmente e le ho trovate sublimi! I nostri pensieri coincidono.
    E per il resto aspetterò le prossime puntate per scoprime come procederà.

    Sono solo più che felice di aver scoperto Doctor Who.
    Che min sarei eprsa sennò! XD

    1. penso che più che eliminarli li confondesse e basta… e d’altronde, come gli dice River, andasse a riparare un armadietto 😉
      occhio che qui hanno visto tutti la serie in inglese quindi gli spoiler si sprecheranno!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.