Amy Pond, il Dottore, River Song e Rory Pond.

Doctor Who Magazine #433

Ieri è uscito il nuovo numero della Doctor Who Magazine. Come già sappiamo la copertina, multipla, è dedicata ai quattro personaggi principali: il Dottore, Amy Pond, Rory Pond e River Song. E sulla copertina stessa è rivelato un grosso spoiler che accadrà nel doppio episodio d’apertura. Quindi qui vi mostriamo una versione completa con i quattro personaggi, ma senza scritte.

Amy Pond, il Dottore, River Song e Rory Pond.

Nel numero in realtà poi non c’è nessun altro spoiler, ci si limita a confermare quello in copertina. Numero fra l’altro davvero bello!

Nel numero potete trovare:
– Il Moff che racconta del suo rapporto col teatro parlando degli autori dei primi sei episodi (ed è vero che Neil Gaiman era stato arruolato fin da questa mitica cena di tre anni fa, di cui parlammo anche noi!);
– Brevi news sul casting degli episodi della seconda parte della stagione, sul romanzo di Shada e sugli audiobook del Quarto Dottore con Tom Baker;
– La rubrica delle lettere dedicata, ovviamente, a Nicholas Courtney;
– La scheda dei primi due episodi della sesta stagione, che riesce a non spoilerare assolutamente niente che già non si sapesse;
– Dietro le quinte dei… dietro le quinte, i Confidential (in USA);
Super-intervista di Ben Cook a Steven Moffat, dove si parla di presente e futuro (il Moff non ha nessuna intenzione di andarsene e la sua mente già va alle prossime stagioni. Incluso il cinquantenario della serie);
– Uno sguardo alla quarta stagione. Non la recente quarta stagione, quella del 1966-67;
– Il Time Team guarda “Aliens of London”;
– Analisi dettagliata del TV movie del 1996… e domandona ai fan: il Dottore è per metà umano (come affermato nel film) o no?
– Una bellissima foto di Amy in tenuta piratesca in una pubblicità del secondo numero del “Doctor Who Insider”, la rivista americana! Speriamo la diffondano (la foto, non la rivista…)

…e molto altro!

Flattr this!

Un commento su “Doctor Who Magazine #433”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.