Il Dottore, River ed Amy.

5×05 – Flesh and Stone

Il Dottore, River ed Amy.Episodio: 5×05;
Titolo: Flesh and Stone;
Titolo italiano: Carne e pietra;
Data di trasmissione in UK: ;
Data di trasmissione in Italia: ;
Scritto da Steven Moffat.

Trovate il nostro commento dettagliato all’episodio su Serialmente. EDIT: Serialmente non c’è più, copiamo il post direttamente qui.

“Sex and violence. I love children’s television”.

Okay, ho barato. Questa citazione non viene da questo episodio, né da un altro episodio di Doctor Who, ma mi è sembrata decisamente appropriata per l’episodio di questa settimana. È pur sempre una frase scritta da Steven Moffat… 19 anni fa. Che avesse già in mente di scrivere questa stagione di Doctor Who? Perché ormai è appurato, quest’uomo è un pazzo furioso… per almeno due delle cose che accadono in questo episodio. Una che sicuramente avrà fatto incazzare molta gente e un’altra della quale molta gente non si è sicuramente accorta (io non mi sarei accorto nemmeno sotto minaccia di morte). E questo per citare due cose che sono in aggiunta rispetto alla fantastica storia dell’episodio in sé!

Avevamo lasciato i nostri eroi a saltare… e ora scopriamo il motivo: la gravità della nave è ancora attiva e saltando sono finiti… sul soffitto della caverna, cioè sullo scafo della nave. Sempre inseguiti dagli Angeli, entrano nella nave, dove trovano una foresta artificiale (per produrre aria) e… la crepa del muro di Amy! Mentre scappano, Amy comincia a fare un conto alla rovescia involontario; è perché c’è un Angelo nella sua mente, che sta per uscire e ucciderla. L’unico modo per evitarlo è tenere chiusi gli occhi. Mentre il Dottore, River e Octavian vanno a cercare il ponte principale, Amy resta con gli altri soldati che la difendono dagli Angeli. Ma a un certo punto anche gli Angeli fuggono, spaventati dall’energia che esce dalla crepa e che attira i soldati uno per uno… cancellandoli dall’esistenza, e dalla memoria degli altri soldati… perché è questo che fa la crepa. Amy resta sola ed è costretta a passare con gli occhi chiusi tra gli Angeli (distratti dalla crepa). Alla fine raggiunge River e il Dottore (Octavian è stato ucciso da un Angelo) e il Dottore frega gli Angeli levando la gravità dalla nave e facendoli precipitare nella crepa, chiudendola (per il momento); la crepa ha infatti origine il 26 giugno 2010 e la sua vera natura è ancora oscura. River viene riportata in prigione, ed Amy chiede di andare a casa… vuole rivelare al Dottore del matrimonio del giorno dopo. E non solo, apparentemente vuole proprio farsi il Dottore, senza tante storie e tante preoccupazioni. Ma lui fa il timido e con la scusa di rendersi conto di come tutto giri attorno a Donna Amy (perché guarda caso la data è proprio 26 giugno 2010), riesce a svicolare.

Come previsto, il cliffhanger dello scorso episodio si risolve in un secondo… ma (e anche questo era previsto) in maniera assolutamente brillante e inaspettata. Non solo, la gravità della nave, introdotta qui, spiana anche la via per la vittoria finale del Dottore, che questa volta risolve davvero tutta la faccenda da solo, con sollievo di tutti quanti, preoccupati per una companion troppo intelligente.

I Weeping Angels hanno aggiunto un nuovo livello di creepyness quando hanno iniziato a muoversi nella foresta (in realtà uno si intravede muoversi fin da quando afferrano la giacca del Dottore). Ci sono un paio di punti oscuri sui loro “poteri”, però. In teoria non dovrebbero guardarsi nemmeno tra di loro, per non bloccarsi, eppure qui sembrano farlo senza problemi (sempre che non siano sincronizzati in qualche modo)… e, soprattutto, non è molto credibile che a un certo punto si “distraggano” quanto basti per non rendersi conto che Amy ha gli occhi chiusi! Sono Angeli spaventati ma pur sempre Angeli. Anche se forse la scena più importante e agghiacciante relativa a loro, nell’episodio, è una semplice battuta piuttosto che una scena d’azione. Quando “Angel Bob” spiega al Dottore il motivo del conto alla rovescia: spaventare Amy per divertimento. Terribile e fantastico allo stesso tempo.

Ed Amy pure è fantastica (ma non terribile). Il modo in cui inserisce con naturalezza nelle sue frasi dei numeri apparentemente senza senso è inquietantissimo. E pure è bravissima quando è costretta a tenere gli occhi chiusi. Soprattutto quando cammina e in quella scena col Dottore… di cui parliamo più avanti. Così come più avanti parliamo dell’ultima scena, sempre su Amy.

Il Dottore ormai è IL DOTTORE, senza se e senza ma. Ha il pieno controllo della situazione anche quando non ce l’ha. E si incazza spesso e volentieri, il che continua ad avvicinarmelo sempre più a Nine, piuttosto che a Ten, anche se devo dire che ieri ho rivisto The Girl in the Fireplace e anche Ten lì urla non poco. Sarà il Moff che tende a scriverlo incazzoso!

E River Song! Finalmente scopriamo qualcosa sul suo passato, anche se non è qualcosa che ci aspettavamo. Ha ucciso un uomo. Un eroe per molti. L’uomo migliore che lei avesse conosciuto. È abbastanza chiaro chi ci vogliono far pensare che sia… sarà davvero così o sarà un inganno, come il fatto che River sia la moglie? (Che poi magari un inganno non è, e chi lo sa?). E se fosse il Dottore… vedremo prima o poi quando lo ucciderà? E sarà una semplice rigenerazione oppure la morte definitiva? E soprattutto, quando si arriverà a questo punto nella 23a stagione o giù di lì, la tecnologia sarà in grado di creare una River Song in CGI abbastanza giovane? 😛

La rivedremo comunque presto, come spoilera lei stessa alla fine dell’episodio. Quando la Pandorica si aprirà (finale di stagione?). E già sappiamo che lei sopravviverà, anche se… vallo a sapere, timey-wimey. E a proposito di finale di stagione, in questo episodio si comincia finalmente a capire il ruolo della crepa del muro di Amy e si spiega come mai lei non si ricordasse i Dalek… o il motivo per cui (e sono certo nessuno riuscisse a dormire la notte per questo) uno stagno per le anatre è uno stagno per le anatre anche se non ci sono anatre. Persino il CyberKing viene spiegato! Che fosse una cosa che stava sul gozzo al Moff e a cui ha voluto dare una spiegazione a prescindere? Fatto sta che la crepa, che casualmente, mondiali ed Eurovision permettendo, ha origine proprio nella data in cui verrà trasmesso il finale di stagione, sta cancellando molte cose dall’esistenza. “Il tempo può essere riscritto”, come dice il Dottore alla fine. Da sottolineare come lo dica con un sorriso sulle labbra… cosa avrà in mente?

E qui veniamo a uno dei due punti “aggiuntivi” dell’episodio, senza i quali sarebbe stato comunque fantastico. Uno è legato al finale di stagione e qualcuno potrebbe voler smettere di leggere questo paragrafo proprio qui, anche se si tratta di pure supposizioni e non sono in nessun modo realmente spoiler, quanto teorie nate interamente dalla visione di questo episodio (e dal primo). Siete ancora qui? Bene… minuto 17:40. Il Dottore senza giacca e con le maniche della camicia abbottonate, saluta Amy e se ne va con River e Octavian. Un attimo dopo il Dottore con la giacca e le maniche svoltate indietro riappare da Amy, per chiederle se si ricordasse una cosa che le aveva detto da bambina e per infonderle sicurezza e confortarla, in una scena molto intima e molto diversa dal Dottore baldanzoso e un po’ cazzaro di due minuti prima. Dopodiché il Dottore se ne va e ricompare senza giacca con River in fondo alla foresta… dove capirà per la prima volta che la crepa cancella il tempo (ma se non l’aveva ancora capito poco prima, perché chiedere quella cosa a Amy?) Un blooper? Possibile, ma altamente improbabile. Un Dottore dal futuro che torna indietro nella sua stessa linea temporale per qualche misterioso motivo che scopriremo solo alla fine? Molto probabile! E assolutamente fantastico! Da qui una sequela di teorie anche sul primo episodio, su quell’ombra che si muove in casa di Amy mentre lei aspetta fuori i “5 minuti” (il Prigioniero Zero? O… qualcun altro?), sullo stagno delle anatre e persino su quello strano “sogno” finale di Amy. Era davvero un sogno? Oppure il Dottore è tornato dopo 5 minuti? Si annuncia una stagione sempre più esaltante! (E alla fine si scoprì che era un blooper…)

E infine, ovviamente, l’ultima fantastica scena. Amy confessa al Dottore che sta per sposarsi con Rory… e, dopo aver rischiato di morire (una volta dopo l’altra, aggiungerei) vuole passar bene l’ultima notte prima delle nozze, un addio al nubilato esclusivo… e salta addosso a un imbarazzatissimo Dottore. Non cerca grandi amori o chissà cosa (d’altra parte, si sposa il giorno dopo!), vuole solo farselo! Hanno qualche ora libera da passare, perché no? E per metterla come l’ha messa Moffat, c’è questo tizio, generalmente di bell’aspetto, intelligente, simpatico, con tutte le caratteristiche positive che un “uomo” possa avere… e mai nessuna companion ci ha fatto un pensierino? Seriously? (in realtà qualcuna sì, ma erano più timide di Amy! Lei è una kiss-o-gram, per l’amor del cielo, go Amy, go!).

Ora niente più Moffat fino al finale di stagione… ma ci aspettano autori interessanti: Toby “Being Human” Whithouse, Simon “Men Behaving Badly” Nye, Chris “Torchwood” Chibnall, Richard “Quattro matrimoni e un funerale/Il diario di Bridget Jones/Notting Hill/Love Actually/Blackadder/Mr. Bean” Curtis e il classico Gareth “The Shakespeare Code” Roberts. Neil Gaiman, come sappiamo, è slittato alla sesta stagione, purtroppo!

Note:
– Ogni volta che penso al nome “Rory” mi viene in mente Rory Gilmore.
– Just this once, everybody… DIES! Questa volta non sopravvivono tutti, anzi, praticamente schiattano tutti quanti tranne i protagonisti, sia i soldati entrati nelle catacombe che i Weeping Angels. Per i soldati c’è da dire che per una volta la chiesa non ci fa una figura barbina. Per quanto un po’ stronzo, infatti, Octavian non ne esce come un personaggio negativo e nemmeno i suoi soldati, Marco, Pedro e… chi è Pedro? Inoltre… Ben… è… Glory? Chi?
– Sia il Guardian che Paul Cornell (autore di Father’s Day e Human Nature/The Family of Blood) hanno definito questo episodio il migliore di sempre.
– Il Dottore si libera degli Angeli un po’ come si era liberato di Cybermen e Dalek in Doomsday (anche se per fortuna, qui, Amy non cade…)

Flesh and Stone è stato scritto da Steven Moffat.

(Grazie a Morry per l’aiuto!)

+


River Song. Chi è River Song? Ascoltate ogni sua minima frase e ogni suo minimo scambio con il Dottore, Amy o il vescovo… perché continuerete a pensarci per mesi! Inoltre… tenete bene gli occhi aperti per una scena particolare!

In replica .

Ricordate anche che

Nella gallery trovate alcune immagini dell’episodio (insieme al precedente).

Ecco il trailer dell’episodio:

Flattr this!

18 commenti su “5×05 – Flesh and Stone”

  1. Quanto è elegante e alquanto improbabile la Doc Song? Quanto è bello, gradevole e pressoché perfetto questo episodio doppio? Inizio, succulenta parte centrale, begli spaventini puntuali, Alfava Metraxis, angelotti in missioni umanitarie furbette, regia invidiabile, cave umide, conti alla rovescia (for fun, sir), vescovi col mitra (?), Eleven, Amy e River in splendida forma recitativa, tecnoforeste, buona dose di idiozia, soluzioni brillanti del Dottore, fine altrettanto solida (parlo della spiaggia, non dell’ultimissima scena che avrà già causato giuste perplessità nei commenti), un pianeta alieno (o la Bad Wolf Bay bissata e molto meno aliena seppur splendida) Quanto è scema e ben montata l’apertura dell’episodio con l’imitazione J. Bond? Il primo Come along Pond let’s have a look!! Il primo episodio girato e il migliore della 5. A mio parere però Eleven, Amy e River dovrebbero fare team permanente perché qui in quei pochi secondi in cui sono insieme sono scintille. Per non menzionare menzionandolo il Doc che imita il rumore del Tardis (!?). Petizione River come regular ma mi sa che per la 7 serie otterrò proprio ciò che voglio (spiace per Amy e Rory, hanno ancora tempo per amenità e facezie). Nella mia mente si spiega il ritorno della professoressa Song dal futuro con il paradosso Moffat per cui il Dottore (11 o 12) dopo un po’ di viaggi insieme (dopo averla conosciuta) e cambiata la rimanderà periodicamente in missione indietro nel tempo poiché l’ha già vista lì prima e, poi, dopo altri viaggi e gli incontri sporadici fuori-timeline (cliffhanger inedito, lo Utah, la Pandorica e gli Angeli) finalmente la manderà in Biblioteca senza dirle che incontrerà Ten e così concludendo la storia dopo un altro lungo periodo (wedding-like? Rose-like? Whatever-like) passato insieme e in cui le confiderà il suo soprannome a scuola. Teoria piuttosto lineare ma che suona bene e si sposa a ciò che sappiamo. Glad to be wrong though Moffat. Ma musei, libri e persino i militari avranno lo stesso aspetto del 21 secolo nel 51 secolo? Che impressione ha fatto questo secolo su tutti quelli successivi!

    Una parola per l’inquietudine degli Angeli: dare un’occhiata al Confidential, se interessa vedere gli angeli ballare (meglio no). Un post-it per l’ultima scena: per favore la si prenda per ciò che è una mai più bissata prevalenza degli ormoni e del comic-relief su due che probabilmente ci ridono ancora sopra in privato. Concordo che sia insolito e un po’ imbarazzante ma una tantum is fine. Dimentico piccoli momenti sfavillanti come quando la Dottore strappa una corda e River ed Amy lo guardano come per dire “quando se scemo, smettila di fare il comico”, o “Hug Amy. Why? ‘Cos I’m busy” o Eleven nella la cava: “I wasn’t listening i’m busy” River: “Ah… the other way up” Amy: “You’re so his wife”. Comunque spero che sia Eleven non 12 a concludere la storia con la Song 1) perché hanno un’enorme potenziale quei due insieme sbarellando qualsiasi altro concorrente e 2) perché non si può protrarre uno story-arc come questo 4 serie anche con un altro Dottore. Magari mi sbaglio però e gli episodi migliori saranno quelli del duo diabolico River/12.

    1. ma perché imbarazzante?
      L’ho trovata divertente e basta, magari dissacrante se volete considerare il Dottore SACRO da quel punto di vista, ma considerato che aveva pure una nipote (serie classiche) qualche volta sarà pure andato oltre il bacetto 😉

      Ma sono curiosissimo di conoscere le reazioni femminili!

      1. Assolutamente, dulcis in fundo di un’amicizia così vicina un bello sbaciucchiamento con labbra dolci non avrai lamentele da me! Inoltre Amy è a suo agio sulla fisicità e affetto aperto in gesti; dico per chi non ama Amy e la criticherà un pochino per la sua estemporanea scemenza nella cameretta. Una parte di me vorrebbe che Amy l’avesse fatto di proposito così che il Dottore richiamasse Rory ma… uhm.

        1. ..il mio commento positivissimo all’episodio l’ho messo per sbaglio sotto l’episodio di ieri! il mio commento femminile al siparietto finale..divertentissimo e assolutamente appropriato!!Amy diventa veramente simpatica, chi mai non vorrebbe zompare addosso al dottore, giusto per divertirsi un po magari (certo se si e’ sfigati si zompa sulle vecchie incarnazioni..mamma mia..o ..su Eleven, se si ha una fortuna sfacciata si trova Ten!ma un essere cosi’ divertente, coraggioso e affascinante..giusto su Gallifrey..

    2. Sai che mi hai fatto venire mal di testa? Devo rileggere attentamente quello che hai scritto, così lo capirò meglio…. poi ne riparleremo (ma che testa tanta hai?)

  2. Ho notato che l’episodio è stato trasmesso, per errore, in 4:3. Facilmente sistemabile con un tasto del telecomando, ma sarebbe meglio non doverlo fare!

  3. @Trycia: sì, finalmente una compagna che salta addosso al Dottore!!!! Era ora!!!
    Certo, noi un po’ meno adolescenti (notare la finezza…)saremmo saltate molto volentieri addosso a Ten (neo daddy), abbastanza volentieri addosso a Nine, per niente addosso a Eleven (continua a sembrarmi il Figlio del Dottore, ma per Amy va più che bene, anche se lui continua ad insistere sulla differenza d’età – 907 anni contro 21 – )…

    1. ..che poi non e’ cosi’ vero che non era mai successo, magari non cosi’ platealmente pero’ Rose spesso se lo e’ “strapazzato”,(anche Nine che viene un po scordato ma e’ stato un GRAN Dottore) la povera Martha ci stava provando nell’episodio di Shakespeare , ma Ten l’ha respinta, mi son sentita morire per lei , Donna pur facendo sfoggio di non curanza lo abbracciava ben volentieri.. le “occasionali” lo hanno praticamente sempre baciato…secondo me Eleven ha deciso di chiudere i 2 cuori in cassaforte visto lo strazio di quando era Ten. Quando sclera e urla e getta via cose mi piace molto, certo che (lo so verro’ insultata da TUTTI, perdonatemi) vi immaginate questo doppio bellissimo episodio INTERPRETATO da Ten..giusto giusto non devo..scusate…

      1. … in effetti hai ragione Trycia, praticamente tutte hanno tentato di “spupazzarsi” il Dottore!
        E cmq è normale continuare a pensare a Ten, ma forse è soltanto questione di abitudine….
        PS: Eccleston è stato FANTASTICO come direbbe lui!!!!

      2. Naa, nessuna gli era mai saltata addosso (se non posseduta da qualcun altro, tipo Cassandra). Qui Amy per la prima volta fa quello che chi l’ha preceduta (be’, non Donna 😎 ) avrebbe voluto fare! Rose d’altra parte era innamorata del Dottore (ricambiata), mentre Martha pure (non ricambiata), per cui le situazioni erano diverse. Amy invece vuole solo divertirsi un attimo… 😎

        Comunque è naturale volersi immaginare questo episodio interpretato da Tennant… come lo è volersi immaginare altri episodi (per esempio “Silence in the Library”/”Forest of the Dead”) intepretati da Matt! 😀

      3. @Trycia: stai tranquilla, sai bene che almeno io non ti insulterò, su questo sarò sempre d’accordo con te… vabbè, adesso la smetto anch’io altrimenti divento noiosa perfino per me stessa!!

  4. Sì davvero molto divertente e buffa la scena finale dell’episodio! Anche se concordo con Caterina, l’idea di saltare addosso a Eleven non mi sarebbe mai venuta in mente!! Però sono stati simpatici tutti e due.. devo dire che Amy mi sta piaciucchiando un pochino di più, mentre Eleven…….. insomma, ancora non mi convince! Non lo trovo particolarmente espressivo e non lo vedo molto adatto al ruolo di Time Lord… ma siamo ancora ai primi episodi… tra l’altro questa doppia puntata mi è piaciuta, anche se gli Angeli non è che abbiano fatto tanta paura qui!!! 😉

  5. diro’ una grossa sciocchezza ma pensavo e se River fosse il vortice del tempo rinchiuso nel tardis?pensateci

    1. bello !!! immaginifico !!1 romantico!?! surreale..sarebbe una grande idea, non credo lo abbiano pensato, ma se gli autori avessero coraggio ti potrebbero rubare l’idea.

  6. Che finale, addio gravità e buon volo angeli!

    Eleven: Aggrappatevi.
    Song: Mi ci butto io.
    Eleven: no, no intendo proprio aggrappatevi.
    Song: oohh sei un genio!

    La faccia che ha fatto lei in quel momento: impagabile!
    Dio se nonsono amrito e moglie non so cosa dovrebbero essere!
    E adoro quel ‘ciao dolcezza’… che ti ritrovi un po’ ovunque.
    Per non parlare della faccenda ‘musei-tiene il conto’.
    Se non mettetono River come abituale, o fissa nella prossima serie protesto! XD

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.